BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO / Famiglia Cristiana: una commedia in malafede

Le sale dell'Ata Hotel di Milano, sede del calciomercato Le sale dell'Ata Hotel di Milano, sede del calciomercato

Ce ne è anche per i presidenti. “I presidenti sborsano o incassano molti soldi, sempre giocando, cioè gemendo o speculando su situazioni di emergenza”. Mentre Ormezzano salva almeno i tifosi, anche se non può non rimproverarli per la loro dabbenaggine. “I tifosi in parte non sono contenti del mercato e in fondo sono i più sinceri, o forse i soli sinceri; se invece sono contenti questo vuol dire che sono ingenui e quasi fessi, visto che credono davvero che un club importante si sia privato di un giocatore che vale, che questo calciatore davvero non vedesse l’ora di indossare la nuova maglia, che dunque il futuro del club beneamatissino è tutto rosa”.

 

Ultimi, ma non più meritevoli, i giornalisti. “I giornalisti, che pure pochi mesi prima hanno celebrato la campagna acquisti estiva di un dato club, scrivono adesso che i rinforzi di gennaio erano necessari, che le lacune apparivano chiare, e che sarà merito di una stampa attenta ed esperta se le cose adesso andranno meglio”.

© Riproduzione Riservata.