BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Milan-Lazio (0-0): i voti, la cronaca, il tabellino (ventitreesima giornata)

Rossoneri fermati dal bunker eretto da Reja

Rabbia IbraRabbia Ibra

Il Milan si fa bloccare sullo 0-0 a San Siro dalla Lazio nell’anticipo della 23° giornata, turno infrasettimanale. I rossoneri dopo un primo tempo sottotono, giocano una ripresa vibrante, ma sono decisamente poco fortunati sottoporta. I biancocelesti si difendono con i denti e tornano a Roma con un punticino d’oro.

Formazioni largamente rimaneggiate in avvio. Rossoneri senza praticamente tutto il centrocampo titolare. Thiago Silva si sposta sulla mediana, coppia difensiva Bonera-Yepes, davanti Robinho-Pato-Ibra con Cassano in panchina. Lazio senza Zarate e Floccari, in attacco inedito tandem Sculli-Kozak. Dietro torna dalla squalifica Andrè Dias, turno di riposo in mezzo al campo deciso da Reja per Mauri.

SINTESI PRIMO TEMPO: I primi 45 minuti non sono certo un inno allo spettacolo. Parte bene la Lazio, che con Ledesma costringe alla presa difficile a terra Abbiati dopo pochi minuti. Poi sale di tono il Milan. Flamini di sinistro calcia alto dal limite, poi è Emanuelson ad avere l’occasione d’oro sul sinistro. L’olandese, servito con i tempi giusti da Ibrahimovic, calcia però altissimo. Tutto il resto è noia. Male al ritorno da titolare Pato, imballato come non mai negli scatti. La Lazio fatica a creare presupposti di pericolosità. Hernanes è poco ispirato, Sculli si vede poco e Kozak perde il duello fisico con Yepes.

SINTESI SECONDO TEMPO: Il Milan inizia la ripresa con un altro piglio. I rossoneri tengono i biancocelesti nella loro metà campo. Fioccano le occasioni. Ibrahimovic trova il varco giusto al 52’, destro dal limite, palla prima sul palo alla destra di Muslera, poi ancora sul palo opposto. Incredibile, doppio legno. Subito dopo è ancora Ibra: lo svedese semina il panico in area e incrocia dalla sinistra, tiro fuori di centimetri. Al 70’ altra clamorosa palla gol per i padroni di casa con Robinho. Il brasiliano sfrutta un rimpallo e in diagonale batte Muslera, ma Biava è appostato sul secondo palo e salva sulla linea. Non c’è che dire, il Milan non è baciato dalla buona sorte. La Lazio resiste. Entra Cassano, esce Pato, ma cambia poco. I rossoneri creano qualche mischia in area, ma non trovano il pertugio per bucare la retroguardia biancoceleste. All’88’ Cassano si fa anticipare da Muslera in uscita disperata. Poco brillante il barese nell’occasione. Al 95’ l’ultima emozione: batti e ribatti in area, palla a Ibra che svirgola a lato. Finisce 0-0, il bunker di Reja ha retto agli assalti degli uomini di Allegri.

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE TABELLINO E PAGELLE DI MILAN-LAZIO 0-0