BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CICLISMO/ Squinzi contro Riccò: ha fatto morire Sassi un’altra volta

Pubblicazione:

Riccò in un'immagine di repertorio (Foto Ansa)  Riccò in un'immagine di repertorio (Foto Ansa)

CICLISMO RICCO’ MAPEI – Non vuole fare polemica e nemmeno giudicare quello che Riccardo Riccò ha fatto, rischiando la vita e compromettendo di fatto la sua carriera. Giorgio Squinzi però vuole mandare al corridore emiliano un messaggio chiaro e forte: hai tradito la memoria di Aldo Sassi. Fu lui infatti a portare Riccò nel centro Mapei di Castellanza, garantendo e convincendo il suo patron a dargli l’ok. Sassi però lo scorso 13 dicembre è morto, vinto da un tumore ma il corridore continuò ad essere seguito ed a allenarsi nel centro Mapei. «Avevamo accettato di seguire Riccò solo per rispetto di Aldo Sassi, nei suoi ultimi mesi di vita - spiega Squinzi alla Gazzetta - -. Anzi, io ero anche abbastanza contrario. E Aldo lo sapeva. Gli avevo detto di lasciar perdere. Ma questa era una sfida personale di Sassi».

 

CICLISMO CONTINUA A LEGGERE CLICCA SOTTO


  PAG. SUCC. >