BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Roma - Napoli (0-2): i voti,la cronaca, il tabellino (venticinquesima giornata)

Pubblicazione:

Cavani felice dopo un gol (Foto Ansa)  Cavani felice dopo un gol (Foto Ansa)

NOSTRO INVIATO ALLO STADIO OLIMPICO

 

ROMA NAPOLI - I VOTI LA SINTESI IL TABELLINO - Colpo grosso del Napoli che torna a vincere all'Olimpico dopo 18 anni di astinenza grazie ad una doppietta del solito, implacabile Edinson Cavani. Grande lotta e discrete emozioni nel primo tempo, partita più attenta nella ripresa quando gli azzurri agguantano il vantaggio con un rigore (dubbio) trasformato da Cavani al 50', per poi ribadire il risultato all'83. I giallorossi tengono bene il campo e mostrano supremazia di gioco per diverse frazioni di gara ma dopo la prima rete partenopea non riescono a reagire. Il Napoli stringe bene le sue maglie difensive, pronto a sfornare velenosi contropiede in velocità con Lavezzi ispiratore. Per Borriello e compagni non c'è niente da fare, finisce 0-2 e i 3 mila supporters napoletani all'Olimpico esplodono in un boato. In casa Roma solo fischi e delusione: un misero punto nelle ultime tre gare.

 

SINTESI PRIMO TEMPO - L'avvio di gara è di marca giallorossa. Con Totti e Menez in panca, la Roma si muove grazie alle incursioni di Vucinic che disegna buone geometrie offensive, accompagnato dagli ottimi movimenti di Borriello. Al 16' il montenegrino si invola sulla sinistra, porta palla in area e va al tiro ma De Sanctis neutralizza con freddezza. Col passare dei minuti la partita si accende, anche sotto il punto dei vista dei nervi. Prima alcune scintille tra Rosi e Lavezzi: in balo c'è un presunto spunto del romanista che sicuramente passerà al vaglio della prova tv. Poi una girandola di ammonizioni che, a fine gara, saranno ben nove. La partita è frizzante, lo stadio partecipa con emozione, il Napoli si sveglia e prova a dire la sua oltre la linea di metà campo. Come al solito, le fasce fanno la differenza: Maggio spinge con continuità, Lavezzi corre e svaria, mentre l'osservato speciale Cavani arpiona palloni ma combina poco. La grande occasione partenopea porta la firma di Gargano che, su punizione, impegna un ottimo Julio Sergio.

 

SINTESI SECONDO TEMPO - Ranieri rompe gli indugi e manda in campo Jeremy Menez al posto di Taddei, ma non passano nemmeno cinque minuti che l'Olimpico assiste all'episodio chiave: seguito a vista da Juan, Hamsik porta palla in area giallorossa, va giù e l'arbitro fischia. E' calcio di rigore con annessa ammonizione al brasiliano che, si rivedrà dal replay, non sembra commetter fallo su Hamsik. Sul dischetto ecco Edinson Cavani che realizza: doppio palo e qualche brivido, ma la palla va dentro ed è l'1-0 azzurro. I giallorossi accusano il colpo ma provano a non scomporsi: la manovra offensiva è però complicata dall'atteggiamento dei partenopei che in un sol colpo chiudono le proprie maglie difensive lasciando pochissimi spazi ai malcapitati attaccanti romanisti. Menez è poco freddo nella costruzione, Vucinic ha staccato la spina: l'unico combattente porta il nome di Marco Borriello che va a recuperare palloni impensabili per trasformarli in suggerimenti offensivi. Al 74' un lampo giallorosso: Menez inventa un gran tiro dalla distanza che De Sanctis spedisce in corner. Entra in campo anche Totti ma dall'altra parte, minuto 83', piomba il gol della conferma. Un cross al bacio di Cannavaro invita Cavani alla doppietta: l'ex Palermo non delude e manda in delirio i 3mila tifosi al seguito. Partita finita e Napoli a meno 3 dalla vetta: gli azzurri si candidano al ruolo di anti-Milan mentre la Roma piomba in crisi e vede allontanarsi pure la zona Champions.

 

IL TABELLINO E LE PAGELLE DI ROMA NAPOLI CONTINUA CLICCA SOTTO



  PAG. SUCC. >