BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Cesena-Udinese (0-3):i voti,la cronaca, il tabellino (venticinquesima giornata)

Ottima prova dei friulani che volano in zona Champions. Ficcadenti a rischio esonero

Di Natale: oggi per lui doppietta (Foto Ansa) Di Natale: oggi per lui doppietta (Foto Ansa)

Il Cesena nulla può contro una solidissima Udinese, che continua inarrestabile la sua corsa verso il traguardo Champions League. Sette risultati utili consecutivi, il quarto attacco del campionato, un Totò Di Natale che continua a segnare gol a raffica. È crisi nera invece per il Cesena, che oltre alle note difficoltà difensive, patisce l'incapacità di impensierire più di tanto il portiere avversario. Tanto che al momento Ficcadenti sembra essere vicinissimo all’esonero.

Non succede molto nei primi minuti di gara, col Cesena che manovra cercando di non sfigurare davanti al suo pubblico. Le conclusioni più pericolose, per la porta di Handanovic, arrivano da tiri da fuori, mentre il nuovo arrivato Rosina fatica a trovare la posizione e il guizzo decisivo. Il Cesena fa la partita, ma non riesce a concretizzare nessuna della palle gol che crea. Bogdani, lasciato troppo solo dai compagni di reparto, fa il possibile per aprire varchi nella difesa dei friulani, che però si limitano a controllare e a gestire con intelligenza. L'Udinese gioca sulle ripartenze, ma è una fiammata di Di Natale a sbloccare il risultato. Al 42esimo una sua punizione a giro va a insaccarsi sotto all'incrocio dei pali, ad Antonioli battuto. Basta un attimo dunque per annullare gli sforzi dei padroni di casa, che rientrano negli spogliatoi con tante occasioni sprecate e un gol da recuperare.

La seconda metà della gara si apre con un'Udinese vogliosa di chiudere la partita al più presto. La curva dei padroni di casa protesta contro l'allenatore Ficcadenti, mentre i giocatori in campo provano ad affidarsi ancora alle soluzioni da fuori. È il neo-entrato Caserta, però, che al nono esalta le doti atletiche di un ottimo Handanovic, che vola a intercettare il suo tiro dalla distanza. I fischi all'indirizzo dell'allenatore cesenate si ripetono quando Ficcadenti toglie Rosina (davvero poco efficace) per Budan. Ma è ancora una giocata di Di Natale a dare una scossa alla partita: il fantasista libera Inler al limite dell'area e lo svizzero insacca con un preciso sinistro alle spalle di Antonioli. Sugli spalti i tifosi di casa danno fuoco a carta e seggiolini. Bastano cinque minuti poi agli ospiti per chiudereil conto. Ancora Di Natale, che stavolta raccoglie un tiro deviato di Isla e lo appoggia comodamente in rete. Al Cesena non manca la buona volontà, ma ai friulani basta uno sforzo minimo per contenere la reazione della squadra di Ficcadenti. Finisce 3 a 0, con Di Natale alla diciottesima rete in campionato e il Cesena più vicino alla retrocessione.