BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Palermo - Fiorentina (2-4): i voti, la cronaca e il tabellino (venticinquesima giornata)

Pubblicazione:domenica 13 febbraio 2011

Alberto Gilardino, autore della prima rete viola (ANSA) Alberto Gilardino, autore della prima rete viola (ANSA)

LE PAGELLE, LA CRONACA E IL TABELLINO DI PALERMO – FIORENTINA (SERIE A) – Palermo-Fiorentina finisce con il risultato di 2-4 dopo una partita pazzesca. Sfida interessantissima quella del Barbera sia per il Palermo che per la Fiorentina. I rosanero alla ricerca di tre punti che possano mantenerli nella scia che porta all’Europa che conta; la viola per dare un segnale al campionato e un senso a questa stagione altalenante.

 

SINTESI PRIMO TEMPO – Il Palermo che in casa ha vinto le ultime 7 partite, parte fortissimo. Pastore e Ilicic sono irresistibili e al settimo minuto confezionano il vantaggio dei padroni di casa. Lo sloveno scende sulla destra e serve la sfera a Pastore; il Flaco riesce a girarsi in un fazzoletto e con un destro chirurgico mette il pallone lì dove Boruc non può arrivare. Pare il preludio di una partita a senso unico, ma la Fiorentina ci mette orgoglio e risponde. Gilardino ha due occasioni ghiottissime nello spazio di un minuto ma le sciupa malamente, prima calciando fuori in diagonale, poi sparando su Sirigu abile a chiudere lo specchio. Sono i campanelli di allarme di una difesa, quella rosanero che non pare fornire certezze, e complice anche una maggiore brillantezza nella zona mediana la Fiorentina impone il suo gioco per tutta la prima frazione. Il coronamento di un primo tempo autoritario arriva poi al 36esimo, quando Behrami con un delizioso tocco sotto premia l’incrocio tempestivo di Gilardino; il colpo di testa del bomber di Biella è preciso quel tanto che basta per superare Sirigu e farsi perdonare dagli errori precedenti. Uno a uno e squadre negli spogliatoi dopo un minuto di recupero in cui non succede praticamente nulla.

 

 

SINTESI SECONDO TEMPO – Così come nel primo tempo, anche nella ripresa i ragazzi di Delio Rossi escono più forte dai blocchi. Neanche tre minuti e il Palermo passa di nuovo. L’azione di Miccoli sulla fascia sinistra fa impazzire Pasqual e l’intera difesa degli ospiti, poi serve l’inserimento di Nocerino che con gran tempismo anticipa un Santana sin troppo statico e riporta i suoi in vantaggio. La rete a freddo cambia l’inerzia della partita, i viola di Mihajlovic non si danno per vinti e reagiscono con grinta, tuttavia è sempre il Palermo a rendersi più pericoloso. Ci provano Miccoli, Nocerino ed Ilicic ma sulla loro strada trovano un Boruc in giornata di grazia che mantiene i suoi in gara. Parate che risultano decisive quelle del portiere polacco, perché al venticinquesimo Camporese, su calcio d’angolo, sfrutta la dormita generale della difesa palermitana e si fa trovare appostato sul secondo palo, regalando il secondo pareggio ai suoi. A questo punto la partita si infiamma, Montolivo centra il palo con una botta di mezzo esterno dai 35 metri, poi il Palermo si lamenta per un tocco in area su Nocerino, reclamando l’ennesimo rigore non concesso. Ad approfittare di questo caos generale è ancora la Fiorentina, letale con gli inserimenti del neo entrato Ljalic che taglia come burro la difesa rosanero e mette in mezzo un pallone insidioso, Bovo nel tentativo di anticipare Gilardino insacca nella sua rete regalando l’inaspettato vantaggio ai toscani. Per il Palermo è un colpo troppo duro, i ragazzi di Delio Rossi si sbilanciano senza convinzione e prima del triplice fischio finale subiscono ancora la quarta rete, ad opera di Montolivo che ben servito da Ljalic spiazza Sirigu e chiude virtualmente la partita. Gli ultimi assalti dei padroni di casa sortiscono una traversa (il neoentrato Hernandez) e un bel tentativo di Pastore ma la gara è ormai già conclusa, con l’inaspettato colpo esterno della Fiorentina che si rilancia per la zona europea.

 

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER LEGGERE LE PAGELLE E IL TABELLINO DI PALERMO FIORENTINA


  PAG. SUCC. >