BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ 25a Giornata: risultati, classifica, assist e gol

Di Natale (Foto:Ansa) Di Natale (Foto:Ansa)

BARI-GENOA 0-0: unico zero a zero di giornata quello del San Nicola tra Bari e Genoa. Un punto che non serve a nessuno, i pugliesi sono sempre ultimi a nove punti dal quart'ultimo posto occupato dal Lecce mentre il Genoa è lontano dalla zona Euoropa. Nel primo tempo solo due lampi di Palacio che nella prima azione coglie un palo clamoroso e nella seconda non sfrutta un bell'assist di Mesto. Nella ripresa Bari più propositivo e Genoa che cerca di colpire in contropiede ma l'unica azione vera è una girata al volo di Okaka.

 

BRESCIA-LAZIO 0-2: la Lazio di Reja ritrova la vittoria in trasferta, il Brescia di Iachini mostra nuovamente i soliti problemi difensivi. Mattatore del primo tempo Gonzales, che al 18' minuto segna l'uno a zero con un bel colpo di testa su cross di Lichtsteiner. Qualche minuto dopo ancora Gonzales sfiora il due a zero con un tiro al volo parato alla grande da Arcari. Nella ripresa dopo dodici minuti raddoppio della Lazio con Kozak che inzucca da calcio d'angolo. La Lazio domina il match e sfiora il terzo gol con Zarate ma Bega salva sulla linea. Per il Brescia solo qualche punizione insidiosa di Diamanti.

 

CAGLIARI-CHIEVO 4-1: scorpacciata di gol al Sant'Elia tra Cagliari e Chievo, match vinto dai rossoblu di Donadoni quattro a uno. Prima parte del match abbastanza brutta con molti errori in fase d'impostazione, la gara si sblocca al 19' minuto con Conti che di testa mette dentro su assist di Pisano. Il Cagliari spinge e trova il raddoppio dopo dieci minuti con Canini che in mischia batte Sorrentino. Il Chievo ci prova con Pellissier ma Agazzi para in due tempi e a pochi minuti dal termine del primo tempo Cossu lancia Nenè che scavalca Sorrentino in uscita con un pallonetto e mette dentro il pallone del tre a zero. Nella ripresa Moscardelli va vicino al gol del tre a uno ma Agazzi è bravo a respingere un bolide da distanza ravvicinata. Dagli sviluppi di un calcio d'angolo, siamo 71' minuto, Nenè in acrobazia mette dentro e sigla la doppietta personale, il quattro a zero per il Cagliari. Nel finale è Thereau a siglare il gol bandiera del quattro a uno finale.