BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Catania - Genoa (2-1): i voti, la cronaca e il tabellino

Pubblicazione:

Davide Ballardini, allenatore Genoa (Ansa)  Davide Ballardini, allenatore Genoa (Ansa)

LE PAGELLE, LA CRONACA E IL TABELLINO DI CATANIA-GENOA (SERIE A) – Al Catania di Simeone non sono più concessi passi falsi nel lunch match della ventisettesima giornata. Gli uomini del Cholo, ormai impelagati nelle zone basse della classifica affrontano in una vera e propria finale il Genoa del Ballardini, reduce da un ottimo periodo di forma.

 

SINTESI 1 TEMPO – Le sensazioni delle ultime giornate, almeno in avvio, appaiono rispettate gli ospiti escono dai blocchi lanciati e dimostrano di essere più in palla. Il grifone infatti sulle ali dell’entusiasmo sfodera un primo tempo tutto corsa e aggressività, gli uomini di Ballardini infatti coprono meglio il campo e passano meritatamente in vantaggio al minuto 19. Con Kucka che ci prova dalla distanza, Andujar non è irresistibile e sulla sua respinta si fionda come un falco Floro Flores che, partendo da posizione dubbia, insacca. La reazione dei padroni di casa è però nulla ed è anzi lo stesso Genoa ad avere l’occasione del clamoroso match point con Rossi. Il capitano infatti colpisce prima la traversa con un bel colpo di testa e poi sulla ribattuta spara addosso ad Andujar. È la svolta del match, da qui in avanti il Catania prende le misure sugli avversari e concluso il primo tempo senza rischi, si prepara ad una ripresa da cardiopalma.

 

SINTESI 2 TEMPO – Che l’inerzia del match sia cambiata lo si capisce sin dai primi minuti. Simeone opera nell’intervallo un doppio cambio con Schelotto e Ricchiuti che prendono il posto di Potenza e Ledesma. La reazione è immediata. Minuto 6, classica punizione tagliata di Lodi, ne nasce una mischia furibonda al termine della quale Maxi Lopez, probabilmente favorito da una posizione di partenza irregolare, fredda Eduardo per il momentaneo pareggio. Il gol è una doccia gelata per gli ospiti che perdono la tranquillità e vengono puniti per la seconda volta quattro minuti dopo. Stavolta è Bergessio a punire gli uomini di Ballardini con un bel destro che bacia il palo interno e si insacca in rete dopo la deviazione disperata di Criscito in scivolata. È la goccia che fa traboccare il vaso. Criscito viene espulso per un’entrata scomposta e i rossoblu perdono definitavemente la testa, vengono mandati negli spogliatoi Ballardini e Floro Flores per proteste. Il Genoa in doppia inferiorità numerica sembra solo la preda ideale per il Catania di Simeone. Tuttavia i padroni di casa si limitano a controllare il pallone e rischiano la beffa quando al trentesimo della ripresa Augustyn atterra Paloschi in area, rigore e cartellino rosso per il giocatore etneo e tutto nuovamente in bilico. Dal dischetto però Veloso si fa ipnotizzare da Andujar e completa una partita stregata per gli uomini di Ballardini, che al Massimino di Catania perdono punti preziosi e la testa.

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER LEGGERE IL TABELLINO E LE PAGELLE DI CATANIA - GENOA


  PAG. SUCC. >