BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Inter-Roma (5-3): i voti, la cronaca, il tabellino (ventiquattresima giornata)

Cambiasso felice dopo il gol (Foto Ansa)Cambiasso felice dopo il gol (Foto Ansa)

 

Julio Sergio 4,5: Il primo gol di Eto'o è figlio di una papera imperdonabile. Impreciso e insicuro in troppe occasioni, miracoloso in qualcun'altra.

 

Cassetti 6: Contiene la pressione nerazzurra soprattutto nel primo tempo, la stessa frazione in cui serve l'assist per Simplicio.

 

Juan 5: Tanti interventi disordinati e vistose difficoltà a tenere a bada quella peste di Eto'o.

 

Burdisso 4: Fa un favore ai suoi ex compagni. Rigore ed espulsione, peccato.

 

Riise 5,5: Maicon è un brutto cliente ma il norvegese non si lascia intimidire e spinge sulla fascia. Ne risente la fase difensiva dove il roscio è spesso assente ingiustificato

 

Simplicio 6: Segna il gol del momentaneo pareggio e si spende negli arrembaggi giallorossi. Dal 25' s.t. Greco 5,5: cerca di portare il suo contributo alla causa 

 

De Rossi 5,5: Ci prova (senza successo) da difensore aggiunto e da ispiratore delle manovre d'attacco. Dalla sua punizione nasce la deviazione vincente di Vucinic.

 

Perrotta 6: Ha tanto, troppo lavoro da fare in fase difensiva contro i colossi nerazzurri. Sacrifica la fase della costruzione ma recupera palloni preziosi. Dal 22' s.t. Taddei 5: Fatica in ogni parte del campo, lascia andare Eto'o al momento della quinta rete nerazzurra.

 

Menez 6: Nel primo tempo impensierisce i nerazzurri con passaggi, corsa e un tiro velenoso. Nella ripresa viene sacrificato per ristabilire gli equilibri difensivi post-espulsione. Dal 19' s.t. Loria 6: Torna in campo dopo mesi di naftalina e spiazza tutti col gol della speranza. A volte ritornano.

 

Borriello 6: Nel primo tempo dialoga bene con Vucinic e Menez, nella ripresa fa a sportellate, spesso solitarie, con la difesa nerazzurra. Non molla mai.

 

Vucinic 6,5: Tante idee, spesso non concretizzate ma anche incursioni pericolose ed un bel gol, quello del momentaneo 2-4.

 

Ranieri 6: I suoi scendono in campo senza timore e con grande voglia di giocarsela. All'appello manca la compattezza difensiva e qualche schema d'attacco, ma il calcio spettacolo (inusuale negli ultimi tempi) è anche questo. Alla Roma il merito di aver reso il match equilibrato fino alla fine.

 

(Marco Fattorini)

© Riproduzione Riservata.