BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RICCARDO RICCO'/ Autoemotrasfusione, il ciclista modenese ha rischiato di morire

Il ciclista Riccardo Riccò si sarebbe praticato una autoemotrasfusione

Riccardo Riccò, foto Ansa Riccardo Riccò, foto Ansa

RICCARDO RICCO' AUTOEMOTRASFUSIONE - Il ciclista Riccardo Riccò, ricoverato nelle ultime ore in gravi condizioni, ha rischiato di uccidersi da solo. Ancora non è confermato ufficialmente, ma sembra davvero che Riccò si sia praticato una autoemotrasfuzione con del sangue proprio che teneva in frigo da 25 giorni.

Sangue andato a male. Il malore che lo ha colpito ((blocco renale ed edema polmonare) è stato dunque auto provocato dalla scellerata pratica che tra l'altro costerà sicuramente al ciclista una squalifica per doping. E' stato aperto un procedimento penale per presunta violazione della legge 376/2000, la legge antidoping.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DEL CASO DI RICCARDO RICCO'