BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE / Milan-Napoli (3-0): i voti, il tabellino e la cronaca (27° giornata)

Pubblicazione:martedì 1 marzo 2011

Patissimo a San Siro Patissimo a San Siro

MILAN-NAPOLI 3-0 – I voti, il tabellino e la cronaca - Il Milan stravince la sfida scudetto con il Napoli infliggendo un pesante 3-0 a una diretta concorrente per il titolo e riallontanando l’Inter a 5 lunghezze. Dopo le polemiche sugli arbitri durante la settimana, farà discutere la decisione di Rocchi di concedere il calcio di rigore che avvia la goleada dei rossoneri al 47’.

 

Mazzarri non sceglie lo schieramento prudente con Zuniga come vice-Lavezzi e si affida invece al genio di Mascara. Peccato che l’ex catanese agisca più da rinforzo per il centrocampo che da appoggio all’isolato Cavani. Allegri invece toglie dalla naftalina Jankulovski (assente dagli undici titolari a San Siro dalla scorsa stagione) e si affida al tridente Robinho-Pato-Ibrahimovic. A centrocampo, Flamini preferito a Boateng.

 

SINTESI PRIMO TEMPO: I primi 45 minuti sono a dir poco brutti. Poche emozioni, pochi lampi, tanti errori. Il Napoli ci prova una sola volta con Hamsik, ma il potente destro dalla distanza dello slovacco al 13’ si perde sul fondo alla destra di Abbiati. Il Milan cerca maggiormente di fare la partita, ma i rossoneri sono confusionari e sbagliano spesso e volentieri l’ultimo passaggio. Van Bommel ha sul destro la palla dell’1-0, ma Aronica è provvidenziale a intervenire in tackle murando l’olandese. Poco prima dell’intervallo è ancora il difensore partenopeo a stoppare un tentativo di Pato a porta vuota (De Sanctis era uscito su Flamini lanciato a rete e aveva perso palla). Milan-Napoli nei primi 45 minuti è tutta qua. Qualche fallo di troppo e accenni di nervosismo (ammonito Pato), ma pochissimo gioco e spettacolo

 

SINTESI SECONDO TEMPO: Il Milan parte subito forte, sugli sviluppi di un corner Van Bommel incrocia alla grande al volo, ma De Sanctis è bravo a deviare in angolo. Sull’azione successiva, cross di Gattuso, mischia in area e tocco di mano (volontario o no?) di Aronica ad anticipare Pato. Forse prima c’è una spinta di Ibrahimovic su Cannavaro, forse il braccio del centrale di Messina impatta la palla dopo che Pato la colpisce di testa. Fatto sta che Rocchi vede rigore e a nulla valgono le proteste degli azzurri e di Mazzarri. Dal dischetto Ibrahimovic batte De Sanctis. È 1-0 al 47’. I padroni di casa continuano a spingere, il Napoli è incapace di reagire. Pato ci prova dal limite, De Sanctis è super. Robinho allora tenta da più vicino, ma il portiere azzurro è ancora sensazionale. Nulla può però l’estremo difensore partenopeo al 77’, quando Boateng raccoglie l’invito di Pato e di sinistro scaglia in rete la palla del 2-0. Il Napoli è frastornato, Pato invece si esalta: All’80 il Papero si invola in contropiede, poi si ferma e con un fantastico destro a giro piazza la palla sotto la traversa di De Sanctis: 3-0. Gli ultimi 10 minuti sono accademia, il Milan incamera i 3 punti e ora è al comando con 5 punti sull’Inter. Il Napoli scivola al terzo posto a 6 punti dalla vetta. Il sogno scudetto evapora sotto la pioggia di San Siro?

 

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE IL TABELLINO E LE PAGELLE DI MILAN-NAPOLI (3-0)

 


  PAG. SUCC. >