BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGA CALCIO/ Beretta si dimette e passa a Unicredit. Nel futuro Carraro o Rosella Sensi

Pubblicazione:

Beretta ex presidente della Lega (Foto Ansa)  Beretta ex presidente della Lega (Foto Ansa)

ROSELLA SENSI - "A campionato fermo faremo una scelta più ponderata", riferiscono dagli ambienti del Palazzo milanese. In lizza per la poltrona di via Rosellini nomi "pesanti" tra i quali quello dell'attuale vicepresidente vicario Rosella Sensi. La numero uno dell'As Roma è stata indicata da più parti quale erede di Beretta in virtù dell'esperienza maturata in questi anni ai piani alti della Lega, ma non solo. A breve la Sensi lascerà il timone del club capitolino che, in una manciata di settimane, passerà alla cordata statunitense guidata da Thomas di Benedetto.

 

FRANCO CARRARO - In corsa per la presidenza c'è anche una vecchia conoscenza come Franco Carraro che potrebbe tornare a sorpresa (ma neanche tanto) nella stanza dei bottoni della serie A. L'ex numero 1 di Coni e Figc, dimessosi dopo la bufera di Calciopoli, può contare sull'appoggio delle big Milan, Inter e Juventus, ma deve scontare anche la contrarietà di club come Catania, Genoa ("con lui niente rinnovamento", ha detto Preziosi) e Cagliari. Restano poi le incognite legate ai voti delle romane: da una parte del Tevere c'è la Lazio, il cui patron Lotito non ha sciolto le riserve, dall'altra ecco la Roma i cui nuovi proprietari dovranno prendere posizione. Una spaccatura in assemblea sul nome di Carraro potrebbe essere un'eventualità tutt'altro che remota.

 

GIANNI LETTA - Una corsa a due? Chissà, c'è da giurare che nella gara alla poltrona più ambita le sponsorizzazioni politiche e le amicizie giocheranno un ruolo importante. La Sensi può contare sul legame di famiglia con il sottosegretario Gianni Letta (dal quale è stata ricevuta più volte negli ultimi mesi) che insieme ad Unicredit potrebbero spingere la primogenita Sensi al soglio di Via Rosellini. Se non fosse che Letta è anche amico di lunga data e sincero estimatore di Franco Carraro. La parola spetterà alla prossima assemblea di Lega.

 

(Marco Fattorini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.