BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MILANO SANREMO/ Chiappucci esclusiva: punto su Nibali ma non mi piace questo ciclismo moderno

Pubblicazione:

Nibali uno dei favori di stagione per Chiappucci (Foto Ansa)  Nibali uno dei favori di stagione per Chiappucci (Foto Ansa)

 

Dopo l’era Contador e' iniziata l’era Andy Schleck?

No, non penso, credo che il corridore spagnolo sia destinato a primeggiare ancora per tanto tempo. Poi a me personalmente non piace il modo di correre sia di Andy, che di Frank Schleck.

 

Sembra che non le piaccia questo tipo di ciclismo moderno…

Si calcola troppo, si pensa esclusivamente a vincere. Non c’è più il ciclismo spettacolo che c’era una volta. Forse perché adesso non non ci sono più grandi fuoriclasse, quei campioni che ci avevano abituato alle imprese eroiche di questo sport.

 

Il ciclismo alla Claudio Chiappucci insomma...

Ho cercato di interpretare il ciclismo nel migliore dei modi, di viverlo secondo una mia impronta, una mia dimensione personale. Questo penso proprio che sia piaciuto ai tifosi.

 

Vede bene invece Bettini, commissario della Nazionale?

Ha finito da poco la sua carriera. Ha esperienza e conoscenza del ciclismo. Mi sembra che possa essere un commissario tecnico molto preparato. Poi il Mondiale è una corsa del giorno e ci vuole tanta fortuna per poterlo vincere...

 

Cosa pensa della vicenda Contador?

C’è tanta confusione. E tanta approssimazione. Non è possibile che passi così tanto tempo prima che venga emessa una sentenza definitiva.

 

E del problema doping nel ciclismo in generale?

Non ci sono le idee chiare anche qua. Nonostante i tanti controlli non si riesce a stabilire fino in fondo quale sia la verità. Penso che anche qui serva un salto di qualita' per capire veramente come stanno andando le cose.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
19/03/2011 - Pomeriggio sanremese (Giuseppe Crippa)

Da questa bella intervista di Franco Vittadini emerge un indimenticato Chiappucci giustamente nostalgico del suo modo di fare ciclismo, sempre appassionante per noi spettatori! Mi auguro di poter seguire una bella Sanremo, che veda vincitore un outsider italiano non menzionato dal ”diablo” (come Scarponi ad esempio). Temo però che Gilbert metta d’accordo tutti… Spero infine che la serata sia coronata da un bel commento alla corsa di Gigi Crema.