BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SERIE A/ 30esima giornata: cronaca, gol e assist delle partite di oggi

Inter a meno due dal Milan capolista, vola l’Udinese che strapazza il Catania in casa. La Juve torna al successo dopo 5 turni, pari tra Fiorentina e Roma.

Sanchez con Di Natale (foto: Ansa)Sanchez con Di Natale (foto: Ansa)

L’Inter piega a fatica il Lecce e  si porta a soli due punti dal Milan capolista. Dopo la sosta, il derby del 2 aprile potrebbe essere decisivo in chiave scudetto, senza dimenticare che nel discorso potrebbe rientrare anche il Napoli. E magari pure l’Udinese, che supera il Catania per 2-0 e vola a -6 dalla vetta. La Roma rimonta due volte la Fiorentina nell’anticipo dell’ora di pranzo e la Juventus di Del Neri vede finalmente la luce grazie a Del Piero che stronca la resistenza del Brescia . In coda, il Chievo allontana dalla zona salvezza vincendo 2-1 a Bari, mentre il Parma inguaia la Sampdoria sbancando Marassi. Pareggio scontato tra Bologna e Genoa.

Fiorentina-Roma (2-2): pareggio pirotecnico al Franchi tra Fiorentina e Roma all’ora di pranzo. Viola avanti con Mutu, bravo a finalizzare un’azione personale. Pari giallorosso con Totti su rigore. Prima della fine del primo tempo, Gamberini sfrutta la sponda sempre del romeno (ma c’è anche un tocco di un giallorosso) e riporta in vantaggio i suoi. Nella ripresa, ancora Totti batte Boruc approfittando un pallone vagante in area. Per il capitano della Roma sono 201 gol in serie A. La Fiorentina colpisce anche due traverse, con Mutu e Vargas.

Bari-Chievo (1-2) Il Chievo si prende tre punti d’oro al San Nicola. Clivensi in vantaggio con Pellissier, abile a sfruttare un errore di Codrea e Rossi. Pareggio del Bari su rigore con Ghezzal (fallo di Fernandes su Bentivoglio). Chievo ancora avanti a inizio ripresa con Moscardelli. Ma è sempre un pasticcio della difesa pugliese ad agevolare il gol veronese.

Bologna-Genoa (1-1): Bologna e Genoa non si fanno male e si regalano un punto a testa al Dall’Ara. Succede tutto nel primo tempo: felsinei in vantaggio con Di Vaio, bravo a domare (anche se forse con il braccio) un lungo lancio e a battere Eduardo. Pareggio ligure con Dainelli, che prima colpisce di testa e poi riprende la respinta di Viviano, ribadendo in rete.

Inter-Lecce (1-0): Una mano galeotta è protagonista anche a San Siro, dove Pazzini spegne il Lecce e lancia l’Inter a due punti dal Milan capolista. Il Pazzo al 51’ sfrutta un passaggio di Thiago Motta (ma non è assist), si aggiusta il pallone un po’ con il petto e un po’ con il braccio e supera Rosati in diagonale.

Juventus-Brescia (2-1): La Juventus batte il Brescia 2-1 e vede finalmente la fine del tunnel. La vittoria mancava da 5 partite a Del Neri. Nel primo tempo Krasic porta avanti i bianconeri sfruttando un tocco di Matri. Pari di Eder per i lombardi, che gira in rete di testa un cross di Vass. Nella ripresa il match è deciso da Del Piero che finalizza alla grande una splendida azione personale. Espulso il bresciano Mareco.

Sampdoria-Parma (0-1): Un gol di testa di Zaccardo su preciso invito di Gobbi inguaia la Sampdoria e rilancia il Parma. A Genova c’è anche un rigore, ma il doriano Maccarone lo calcia alto sulla porta di Mirante. Nel finale cartellino rosso per il parmense Dzemaili.

Udinese-Catania (2-0): L’Udinese continua a volare. I bianconeri stavolta si sbarazzano del Catania con un gol per tempo. Apre Inler con un gran tiro dal limite. Nel secondo tempo Sanchez viene messo giù in area. Rigore: trasforma Totò Di Natale.

© Riproduzione Riservata.