BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Slovenia Italia (0-1): i voti, la cronaca, il tabellino

Pubblicazione:venerdì 25 marzo 2011

Pazzini in azione stasera (Foto Ansa) Pazzini in azione stasera (Foto Ansa)

PAGELLE CRONACA E TABELLINO SLOVENIA ITALIA – Un gol di Thiago Motta nella ripresa regala a Cesare Prandelli tre punti importantissimi e porta l’Italia ad avere già mezzo biglietto in tasca per Euro 2012. Gara non bella con gli azzurri che a tratti hanno sofferto la vivacità degli sloveni. Alla fine quello che contava era la vittoria che è arrivata.

 

SINTESI PRIMO TEMPO – Poche emozioni nei primi quarantacinque minuti in una gara che ha visto più errori che palle gol. C’è da dire che appena gli azzurri schiacciano sull’acceleratore, gli sloveni vanno in confusione. Da annotare un bel tiro di Montolivo al 5’, mentre al 23esimo la vera occasione arriva sul piede di Pazzini che defilato sulla destra si gira e fa partire un tiro che si stampa sul palo ad Handanovic battuto. La risposta della Slovenia non si fa attendere e due minuti dopo Koren da fuori impegna severamente Buffon. Da segnalare anche un’altra buona occasione con Cassano, che in area piccola viene chiuso da un provvidenziale intervento dell’estremo difensore locale che si getta sui piedi di FantAntonio ed evita l’1-0.

 

SINTESI SECONDO TEMPO – Parte bene l’Italia che nel giro di 60 secondi costruisce due palle gol, prima con Mauri (sinistro deviato al 5'), poi con Cassano e Aquilani: entrambe le loro battute vengono deviati da un super Handanovic. Nel momento migliore degli azzurri arriva però il brivido. Ljubijankic appena entrato colpisce al volo un pallone in area e la sfera si va a stampare sull’incrocio dei pali. Al minuto 27 però Thiago Motta fa esplodere tutta la panchina azzurra. Il suo sinistro da fuori area batte inesorabilmente Handanovic che, questa volta, nulla può. Alla fine la Slovenia cala d’intensità e l’Italia difende con tranquillità il vantaggio.

 

IL TABELLINO E LE PAGELLE CONTINUA A LEGGERE CLICCA SOTTO


  PAG. SUCC. >