BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SLOVENIA-ITALIA/ Video, Buffon: “Abbiamo una Nazionale di qualità”

E' il giorno di Slovenia-Italia, match di qualificazione ad Euro 2012. Si sfidano prima e seconda del girone; secondo Buffon si può vincere, questa Nazionale ha tanti giocatori di qualità.

Il ct azzurro Cesare Prandelli (Foto: ANSA) Il ct azzurro Cesare Prandelli (Foto: ANSA)

E’ il gran giorno di Slovenia-Italia, match importantissimo per il cammino di avvicinamento degli azzurri verso gli Europei del 2012. La banda-Prandelli cercherà tre punti pesanti in quel di Lubiana per continuare un percorso finora piuttosto lineare; solamente contro l’Irlanda del Nord non è arrivato il successo (la gara finì 0-0). Il ct azzurro dovrebbe affidarsi al duo d’attacco Pazzini-Cassano; a centrocampo Thiago Motta è recuperato e affiancherà Aquilani e Montolivo mentre in difesa provino negativo per Ranocchia. Il portierone azzurro Gigi Buffon, che ha parlato in conferenza-stampa, si è detto fiducioso; questa squadra, secondo lui, ha tutto per tornare a primeggiare: “Abbiamo tantissimi giocatori che, messi nelle condizioni giuste, possono far diventare questa Nazionale realmente importante – ha dichiarato il n.1 della Juventus – Penso a nomi quali De Rossi, Pirlo, Thiago Motta, Montolivo, Chiellini o Bonucci… In attacco poi c’è gente come Balotelli, anche se non giocherà stasera, Cassano o Giuseppe Rossi, che possono darci la necessaria qualità”.

Insomma l’Italia ci crede: a Lubiana si può fare il colpo. Occhio però alla nazionale slovena, frutto di un movimento calcistico in grande espansione, che ha esportato e continua ad esportare giocatori di buonissima qualità. Nel nostro campionato possiamo ammirare ogni domenica calciatori del livello dei due palermitani Ilicic e Bacinovic, del portiere dell’Udinese Handanovic o dei clivensi Cesar e Jokic. Per l’anno prossimo si prevede inoltre l’arrivo di altri campioncini ‘made in Slovenia’ come l’attaccante del Groningen Matavz, promesso sposo, a quanto pare, del Napoli o l’estroso Birsa, genoano ‘in pectore’. Per gli azzurri sarà importante vincere anche per tenere a distanza la Slovenia, seconda nel girone di qualificazione. L’altra gara in ballo nel raggruppamento sarà la sfida tra Serbia e Irlanda del Nord. Ad ogni modo, la missione per i Prandelli-boys è solo una: vincere e basta, senza troppi, prematuri calcoli.