BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SERIE B/ 33esima giornata: resoconti, gol e assist della giornata odierna

Rolando BianchiRolando Bianchi

Grosseto-Cittadella (1-1): il gol del vantaggio per i padroni di casa arriva allo scadere della prima frazione, quando Sforzini scaglia alle spalle del portiere ospite un bel destro da centroarea in seguito ad una azione insistita di contropiede. Grosseto che sogna in grande per tutta la ripresa, salvo poi svegliarsi nel peggiore dei modi: è già scoccato il 90esimo quando Daniele Gasparetto manda di testa alle spalle di Narciso la palla del definitivo 1 a 1, su assist del difensore Concettini. Il Cittadella trova così un punto che fa morale in una lotta salvezza che si preannuncia senza esclusioni di colpi.

 

Varese-Vicenza (1-0): Il Varese mantiene la quarta posizione portandosi ad un solo punto dal Novara terzo in classifica. Al Franco Ossola è lecito sognare in grande, anche perchè la squadra gioca bene e ha dimostrato anche oggi una grande capacità di saper soffrire e compattarsi nei momenti difficili. Il gol vittoria, al 19esimo minuto della prima frazione, porta la firma di Emanuele Pesoli che, di testa, mette alle spalle del portiere vicentino l'assist fornitogli col contagiri dal compagno Zecchin. Il Vicenza, in crisi di risultati, rischia con questa sconfitta di veder allontanarsi la zona play-off.

 

Modena-Pescara (1-0): Il Modena mette in cascina punti pesanti e agguanta proprio gli abruzzesi in classifica a quota 42. La rete che decide il match arriva a metà della prima frazione, in seguito ad una azione insistita sulla fascia sinistra e che ha in Andrea Mazzarani il grande protagonista: stop sulla linea di fondo, dribbling secco e palla messa al centro dell'area avversaria con una precisione invidiabile, su cui arriva in corsa Giuseppe Greco che, da lì, non può far altro che mettere alle spalle del portiere Bartoletti il sinistro che vale tre punti. Bella la dedica del gol al compagno Bellucci, infortunatosi recentemente.

 

Piacenza-Portogruaro (1-2): e il risultato che non t'aspetti. Il Portogruaro espugna il Garilli dopo una prestazione davvero ammirevole sotto il punto di vista del gioco espresso e della grinta messa sul terreno di gioco. Il gol del vantaggio ospite arriva in pieno recupero della prima frazione: Filippo Cristante è bravissimo a girare alle spalle del portiere emiliano un assist di Matteo Scozzarella. La girata di destro, secca e potente dal limite dell'area, strappa gli applausi degli spettatori presenti allo stadio. Il raddoppio, all'ottantesimo minuto, porta la firma di Altinier che, dopo una fuga solitaria sulla destra, è abile a convergere al centro dell'area piacentina e trafiggere Cassano in uscita. Il Piacenza si sveglia tardi: quando Guzman gira di testa alle spalle di Rossi l'assist su calcio d'angolo di Avogadri il cronometro segna il 90esimo. Troppo tardi per le speranze di rimonta.

 

Triestina-Frosinone (2-2): match al calor bianco per le ultime due della classe. Chi perdeva oggi avrebbe avuto un piede e mezzo nelle serie minori: ma la paura non ha la meglio sulla voglia di vittoria delle due compagini, che danno vita ad una gara intensissima fino allo scadre dei minuti di recupero. A portarsi in vantaggio per prima è la squadra ospite, grazie alla segnatura di Masucci che, da posizione decentrata, era bravo e fortunato a trovare l'angolino basso dopo l'imbeccata del compagno Frison. A metà ripresa il Frosinone raddoppia: Gianluca Sansone sfrutta alla perfezione l'assist di Biso e trafigge con un gran sinistro l'incolpevole Colombo da pochi passi. E quando tutto sembrava finito, ecco che risorgeva la Triestina: gran giocata di Godeas nel cuore dell'area, e colpo sotto da applausi che si trasformava nell'assist perfetto per l'acccorrente Attila Filkor, bravo e freddo a battere Frison con un colpo di testa da pochi metri. In pieno recupero ecco il gol del pareggio: Riccardo Taddei scaglia dal limite un gran sinistro, secco e preciso, che si insacca alla sinistra del portiere proteso in tuffo. Triestina e Frosinone si dividono la posta. Un pareggio, però, che serve poco ad entrambe.

© Riproduzione Riservata.