BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOPOLI/ Ricusato il giudice Casoria: possibile prescrizione del processo

Possibile prescrizione del processo partenopeo                                                                                                         

Moggi durante il processo di Napoli (Foto Ansa) Moggi durante il processo di Napoli (Foto Ansa)

CALCIOPOLI INTER JUVENTUS – Clamoroso: i pm Narducci e Capuano, due magistrati della Procura di Napoli avrebbero chiesto la ricusazione del giudce Teresa Casoria che sta seguendo il processo Calciopoli nel tribunale partenopeo. Ma andiamo con ordine. I due magistrati avrebbero intentato contro la loro collega un esposto in cui sottolineano atteggiamenti offensivi nei confronti di sottoposto ed altri magistrasti e avrebbero chiesto la ricusazione del giudice per il processo Calciopoli, poiché il magistrato “non sarebbe serena nel giudicare i fatti”. Una notizia riportata oggi da Tuttosport che potrebbe essere davvero clamorosa. Se infatti venisse accettata la richiesta dei due pm, il processo si bloccherebbe, aspettando la nomina di un nuovo giudice.

 

CALCIOPOLI CONTINUA A LEGGERE CLICCA SOTTO


COMMENTI
09/03/2011 - MISTIFICAZIONI (MASSIMILIANO MILANESE)

Con riferimento alla parte dell'articolo dove si scrive che "non verrebbero giudicate le posizioni di altri club che dialogavano e chiedevano attenzioni da parte dei capi degli arbitri", faccio notare che al processo di Napoli gli unici imputati sono e restano Moggi&Co. Nessuna delle prove (...) a discarico (leggasi nuove intercettazioni)prodotte dalla difesa dall'Aprile 2010 ha sin qui dato origine a nuove contestazioni penali a carico di altri soggetti non imputati nel processo. Faccio altresì notare che AMMESSO (E NON CONCESSO) che un pubblico ministero cerchi scappatoie per arrivare alla prescrizione, l'allungarsi dei tempi gioca a favore degli imputati: non c'è processo che non possa andare a sentenza senza il loro consenso, basta che rinuncino alla prescrizione...

 
05/03/2011 - Una richiesta davvero anomala. (Giuseppe Crippa)

E’ del tutto anomalo che per ben due volte i pubblici ministeri (cioè l’accusa) chiedano la sostituzione del giudice. Solitamente accade che sia l’imputato a formulare una richiesta del genere, per ovvi motivi. Anche questo articolo, purtroppo, non approfondisce questo aspetto, estremamente significativo, lasciando ai lettori come me l’onere di spiegare che così si comportano pubblici ministeri che hanno capito di aver costruito una accusa sul nulla con un lavoro di qualità molto discutibile (e non dico di più… e sono letteralmente terrorizzati dalla sentenza (incredibilmente molto più di quanto lo sia l'imputato, che invece l'attende con ansia)!!!