BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PARIGI ROUBAIX/ Tafi esclusiva: il re del pavè racconta l'inferno del Nord

Tafi vittorioso (Foto Ansa)Tafi vittorioso (Foto Ansa)

 

Dove si deciderà la Roubaix 2011?

E’ una classica imprevedibile, dove può succedere di tutto. Innanzitutto bisogna uscire indenni dalla foresta di Arenberg, poi bisogna mantenere le posizioni di testa, non lasciarsi assolutamente sorprendere da qualche fuga improvvisa.

 

Cancellara ancora favorito numero uno?

E’ lui il favorito, il candidato numero uno al successo finale. Quest’anno poi sarà ancora più motivato, avrà una voglia incredibile di vincere, dopo i due secondi posti alla Milano – Sanremo e al Giro delle Fiandre.

 

Chi sono gli avversari che potrebbero metterlo in difficoltà, Boonen il suo primo rivale alla Roubaix?

Si direi che Boonen è il corridore che può maggiormente mettere in difficoltà Cancellara. Non vuole certo uscire a mani vuote da queste classiche del nord…

 

E gli italiani quali sono i corridori che possono far meglio?

Ballan può fare buone cose. Vedo bene anche Oss. Se sono in giornata possono essere protagonisti di questa corsa. Pozzato lo vedo meno in grado di disputare una Roubaix eccezionale.

 

Una battuta finale: è nel comitato organizzatore del Mondiale in Toscana 2013…

Sto lavorando anch’io per l’organizzazione del Mondiale di ciclismo in Toscana. E’ la prima volta per una regione che ha dato campioni, come Bartali, Nencini, Magni, Ballerini, Cipollini, Bettini, Bartoli, tanto per citarne solo alcuni. Un riconoscimento giusto. Vogliamo veramente che questi Mondiali restino indimenticabili, sia per il ciclismo, per l’avvenimento sportivo, con tante manifestazioni, in primis quelle culturali che diano lustro a tutta la Toscana. Stiamo dando il massimo perché tutto sia perfetto.

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.