BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ 32esima giornata: cronaca, gol e assist di tutte le gare odierne

Pubblicazione:

Marek Hamsik (foto Ansa)  Marek Hamsik (foto Ansa)

Lazio-Parma (2-0): la Lazio vince e convince: con il successo odierno i capitolini scavalcano l'Udinese assestandosi al quarto posto, rintuzzano gli attacchi di Roma e Juventus e possono guardare con maggiore serenità al futuro. Il Parma, dal canto suo, subisce una punzione severa e la situazione si complica molto: la lotta salvezza è una dura realtà e il quart'ultimo posto, in coabitazione con la Sampdoria, non può far piacere al presidente Ghirardi. La prima segnatura la sigla Hernanes (all'ottavo gol in campionato) con un gioco di prestigio: sull'assist di Brocchi l'attaccante laziale mostra tutto il repertorio, illuminando la scena con uno stop di petto sontuoso, un controllo nello stretto di sinistro e una gran botta sotto la traversa alle spalle di un Mirante vaneamente proteso in tuffo. Il 2 a 0 porta la firma di Floccari: sull'assist al bacio di Hernanes, l'attaccante laziale è bravissimo a scattare sul filo del fuorigioco, bruciare Lucarelli in velocità dopo un bellissimo controllo volante e battere Mirante in uscita. Una Lazio troppo forte per questo Parma. CLICCA QUI PER LE PAGELLE

 

Palermo-Cesena (2-2): clamoroso al Barbera. Il cesena pareggia al sesto minuto di recupero e condanna il Palermo ad un'altra settimana di passione. Eppure la gara, dopo solamente 35 minuti, sembrava chiusa. A Kurtic, al primo gol in serie A, bastavano 5 minuti per battere Antonioli al termine di un'azione magistrale condotta sull'asse Miccoli-Liverani: l'apertura del centrocapista per Balzaretti sulla fascia, prima che quest'ultimo facesse partire l'assist decisivo per il giovane attaccante, è da far vedere nelle scuole calcio. Il 2 a 0, che porta la firma di Pinilla, abile e fortunato a deviare sottoporta una staffilata di Balzaretti, traghettava in porto una gara fino a quel punto dominata dai padroni di casa. La ripresa scivola via nell'anonimato fino ai minuti di recupero: al secondo minuto ci pensa Parolo ad accorciare le distanze sugli sviluppi di un'azione da calcio d'angolo battuto da Giaccherini. Ma l'emozione più vera deve ancora arrivare: è il sesto minuto di recupero quando Giaccherini scarica alle spalle di Sirigu un destro da fuoriarea sugli sviluppi di un rimpallo fortunoso. Palermo e Cesena finisce malissimo: rissa in campo sotto gli occhi di un pubblico allibito. CLICCA QUI PER LE PAGELLE

 

Cagliari-Brescia (1-1): i padroni di casa trovano la rete del vantaggio al 22esimo minuto della prima frazione: il gol porta la firma di Cossu, ma il demerito è tutto del portiere bresciano Arcari che, su un lancio da oltre 60 metri, esce con la tranquillità e la lentezza di un principiante facendosi anticipare da Cossu che, a porta sguarnita, non può che mettere dentro la palla del vantaggio. Le cose in casa Brescia le mette a posto Caracciolo al sedicesimo della ripresa: l'Airone incorna splendidamente da centroarea un cross al bacio di Diamanti su punizone. Un pareggio che scontenta tutti: il Cagliari che non fa il salto decisivo verso l'Europa e il Brescia che resta invischiato nell'aspra lotta salvezza. CLICCA QUI PER LE PAGELLE

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER LEGGERE CRONACA, GOL EASSIT-MAN DELLE PARTITE DI SERIE A ODIERNE



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >