BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SAMPDORIA/ Pellegrini esclusiva: sputare sangue per restare in Serie A

Pazzini, Cassano e Palombo: quanti i sorrisi erano tanti (Foto Ansa) Pazzini, Cassano e Palombo: quanti i sorrisi erano tanti (Foto Ansa)

E’ dura perché la Sampdoria sembra una nave alla deriva, senza idee. La squadra, al di là di Cassano, Pazzini e del portiere, è quasi la stessa della scorsa stagione e dunque credo che decisivo potrà essere il gruppo, soprattutto. Il calcio è un gioco collettivo e c’era uno che ti permetteva di partire dall’1-0 e questo era Maradona. Tolto lui, nessuno da solo raddrizza una situazione così pericolosa come quella blucerchiata. E’ necessario che tutti ritrovino l’autostima”.

 

Si aspettava un Macheda così “inutile” alla causa anche perché così poco utilizzato?

Prima che arrivasse alla Sampdoria, avevo visto molto poco di questo giocatore e, come molti, avevo visto soltanto alcuni goal. Lo ritengo un calciatore che in prospettiva potrà avere un grande futuro, ma adesso mi sembra parecchio acerbo per poter calcare certi palcoscenici.

Quindi prendere un prestito un giocatore dalla grande prospettiva ma non ancora pronto non è stata una mossa azzeccata…

Io credo che prenderlo in prestito sia stata più che altro un’operazione di marketing rivolta alla piazza dopo la cessione di Pazzini. Dopo aver ceduto un giocatore come Pazzini, far arrivare uno dal Manchester United avrebbe placato la tifoseria. Per giocare per la salvezza, servono altre caratteristiche.

 

Caratteristiche che Macheda non ha?