BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

MILAN INTER / Crudeli: Filippo, ti ricordi il 6-0? Tramontana: Tiziano, occhio a Ranocchia

FILIPPO TRAMONTATA e TIZIANO CRUDELI raccontano il loro derby. Tra aneddotti, sfottò, scongiuri: la gara tra nerazzurri e rossoneri sotto la lente dei due storici tifosi

Seedorf contro Zanetti (Foto Ansa)Seedorf contro Zanetti (Foto Ansa)

Sono il simbolo di Milan e Inter in tv. Con le loro urla, le gag, le telecronache emozionano e divertono i tifosi rosso-nerazzurri ogni weekend a Diretta Stadio, su Italia 7 Gold. Tiziano Crudeli e Filippo Tramontana raccontano a ilsussidiario.net il loro derby personale. Non risparmiandosi qualche frecciatina…

Allora ragazzi, siete pronti per la partitissima?

Sono in tensione da giorni. Sembra strano, ma più invecchio e più peggioro. Sento sempre di più le partite. Il derby poi…

Io invece sono giovane e tranquillo. Giochiamo con il Milan, mica con il Barcellona…

Già completati tutti i riti scaramantici del caso?

Ho già detto ai ragazzi dello studio di rimettermi il video sulla destra. Con il Palermo me lo hanno messo a sinistra e guarda che disastro. Ah, non chiedermi pronostici!

Ma non c’è bisogno di essere scaramantici! Però mi raccomando: niente pronostici!

Che sensazioni avete per stasera?

Brutte, l’Inter è favorita. Ultimamente è una vera macchina da gol. Anche se noi prendiamo meno reti di loro. Mi fanno paura i loro centrocampisti…

Beh, rispetto a quelle che avevo al derby d’andata. Ora siamo in un buon momento, sono tornato a fidarmi della mia Inter. E sai di chi è il merito Tiz? Del tuo Leo!

Qual è il derby più bello della tua vita?

Credo che il 6-0 sia insuperabile. Te lo ricordi Filippo? Anche quelli di Champions e il 3-2 in rimonta con gol nel finale di Seedorf nel 2004 furono memorabili. Altri tempi, ma che goduria!

Tiziano non andare troppo indietro! A me basta ricordare quelli dell’anno scorso: il 4-0 all’andata e il 2-0 in 9 contro 12 al ritorno. Fummo nettamente superiori, anche se il Milan nella seconda sfida aveva un giocatore formidabile: l’arbitro Rocchi…e poi nel mio cuore resta il 3-0 nel ’98 con quel gol di Ronaldo in pallonetto a Seba Rossi.