BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHAMPIONS LEAGUE/ Pardo esclusiva, Schalke-Manchester: con Raul nulla è scontato

PIERLUIGI PARDO commenta la sfida di questa sera, all'apparenza un "Davide contro Golia", ma lo United soffre le tedesche e Raul in Europa può fare la differenza...

Raul Gonzales Blanco, foto Ansa Raul Gonzales Blanco, foto Ansa

SCHALKE MANCHESTER UNITED - Ritorna la Champions League. Alle porte due semifinali dall’indubbio fascino; da una parte Schalke 04-Manchester United, dall’altra Real Madrid-Barcellona. Nel primo caso è fin troppo facile parlare di un classico scontro Davide contro Golia; nel secondo abbiamo di fronte a noi il ‘derby del mondo’, il doppio Clasico più atteso della stagione, dopo quelli ammirati nella Liga e nella Coppa del Re. Due partite, dunque, che si preannunciano cariche di gol ed emozioni; ed ai nostri club, ahiloro, toccherà guardarle in poltrona. Con il collega di Sport Mediaset Pierluigi Pardo abbiamo analizzato in modo particolare la prima delle due semifinali in programma, quella tra lo Schalke e lo United. L’andata si gioca stasera alla Veltins Arena di Gelsenkirchen.

 

Pardo, che partita sarà questa tra lo Schalke, autentica rivelazione della Champions ed i Red Devils? E’ davvero un match scontato come sembra, vista la disparità delle forze in campo?

No, non credo che sia così scontato. C’è un dato che fa riflettere: il Manchester ha un bilancio molto negativo con le squadre tedesche, essendo sempre stato eliminato negli ultimi 4 doppi scontri contro di loro. Poi le tedesche, più vanno avanti in una competizione, più diventano insidiose. Certo, lo Schalke è appena decimo in campionato, come valori assoluti non c’è gara ma in due partite può davvero succedere di tutto.

 

Quali sono, secondo lei, le migliori armi a disposizione delle due squadre?

Sicuramente il Manchester ha più forza esplosiva mentre lo Schalke può contare sul morale, che è molto alto, e sul fatto che in fondo non ha molto da perdere. La squadra di Rangnick cercherà di tener vivo il discorso-qualificazione in vista del ritorno. La mentalità di Ferguson è invece quella di cercare sempre il gol quando si gioca la prima fuori casa. Forse per lo Schalke anche uno 0-0 può essere un buon risultato per la gara di andata anche se sarà comunque difficilissimo passare al ‘Teatro dei sogni’ (l’Old Trafford, ndr).

 

Schalke-Manchester è anche lo scontro tra due stelle di prima grandezza quali Raùl e Rooney. Qualcuno ha parlato addirittura di ‘Raùl League’...

E’ una definizione che mi trova perfettamente d’accordo. Raùl ha siglato la bellezza di 71 reti in questa competizione ed è il vero trascinatore, l’elemento aggiunto, che ha contribuito a far crescere tutto lo Schalke. Rooney invece è uscito da un brutto 2010, con l’infortunio alla caviglia dell’Allianz Arena, un Mondiale molto deludente e via dicendo. Adesso è ritornato al top e prevedo una bellissima contesa tra lui e lo spagnolo.

 

CHAMPIONS LEGUE, SCHALKE MANCHESTER UNITED, INTERVISTA A PIERLUIGI PARDO, CONTINUA, CLICCA QUI SOTTO