BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

REAL MADRID-BARCELLONA/ Probabili formazioni: Mourinho senza Carvalho, Guardiola rinuncia a Iniesta

Real Madrid e Barcellona si sfidano per l’andata di semifinale di Champions League, una gara che si preannuncia caldissima visto l’astio noto fra le due compagini

Lionel Messi, attaccante Barcellona (Foto Ansa) Lionel Messi, attaccante Barcellona (Foto Ansa)

REAL MADRID-BARCELLONA, PROBABILI FORMAZIONI – Si consumerà questa sera il primo atto del “super clasico” la doppia sfida di Champions League fra il Real Madrid e il Barcellona. Al Santiago Bernabeu i padroni di casa dei Blancos proveranno ad avere la meglio sui rivali storici blaugrana ripetendo quanto accaduto settimana scorsa. Mourinho rimanda in panchina Kakà dopo la vittoria sul Valencia e punta su un 4-1-2-3 con Ronaldo, Di Maria ed Oezil nel reparto avanzato, e Diarra e Xabi Alonso a far filtro fra difesa e attacco. Nessun attaccante puro sarà quindi in campo per le Merengues. Assente Carvalho per squalifica. Nel Barcellona dubbio Iniesta. Se il giocatore non dovesse farcela pronto Keita al fianco di Xavi e Busquets e dietro il solito trio Pedro, Messi, Villa. Mascherano potrebbe arretrare a centro difesa viste le note assenze.

 

Questo il commento di Josè Mourinho nella conferenza stampa di ieri: «La cosa principale non riguarda chi arbitrerà domani o le eventuali pressioni per non avere Proença. La cosa più importante è che è cominciata una nuova era. Finora nel mondo del calcio c’erano due gruppi di allenatori. Uno, piccolissimo, composto da gente che non parla degli arbitri. E uno molto grande, nel quale ci sono anche io, che critica gli arbitri quando commettono errori importanti, gente incapace di controllare la propria frustrazione quando gli arbitri sbagliano ma che è anche capace di fare i complimenti di fronte a una buona prestazione del fischietto. Ora però con Pep si è creato un terzo gruppo, un gruppo dove c’è solo lui. Il gruppo di quelli che criticano gli arbitri che azzeccano una decisione. Un pensiero di una profondità enorme. Guardiola è passato attraverso lo scandalo di Stamford Bridge, lo scorso anno l’Inter ha giocato in 10 per oltre un’ora, quest’anno con l’Arsenal è successo quello che è successo, e ora viene criticata una decisione difficilissima e correttissima».

 

REAL MADRID-BARCELLONA, PROBABILI FORMAZIONI, CONTINUA A LEGGERE, CLICCA SOTTO