BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIRO DELLE FIANDRE/ Bartoli esclusiva: benvenuti all’università del ciclismo

Pubblicazione:

Michele Bartoli (Foto Ansa)  Michele Bartoli (Foto Ansa)

 

Dicono tutti che Cancellara se è in giornata, è il favorito numero uno…

Direi di si, se è in giornata è veramente difficile batterlo.

 

Gli altri, Gilbert, Boonen, sono loro gli avversari più temibili di Cancellara?

Sono i corridori in grado di mettere maggiormente in difficoltà lo svizzero.

 

Ballan e Pozzato sono gli italiani che possono fare meglio?

Ballan mi sembra più in forma, più in grado di recitare un ruolo di protagonista. Credo meno in Pozzato.

 

I velocisti invece quale ruolo possono avere. Ci sono possibilità di vittoria anche per Petacchi e Cavendish?

No non darei tante chances di vittoria ai velocisti. Anche se Petacchi se è in giornata può sempre fare bene. Ma in realtà credo che gli sprinter non abbiano tante possibilità di successo.

 

Belgio, patria del ciclismo?

Sì insieme all’Italia ha espresso i campioni più grandi. E’ una nazione dove il ciclismo è popolare come il calcio, una nazione dove dove tutti sognano di diventare grandi corridori. Piccola, ma grandissima nello sport delle due ruote e soprattutto riesce sempre ad avere un ricambio generazionale. Ha espresso Merckx, il più forte di tutti i tempi con Coppi. Più di così…

 

Cosa pensa invece del calendario internazionale? Ci potranno essere corse in altre nazioni in grado di rivaleggiare con le classiche tradizionali, dalla Sanremo a quelle del nord, al Lombardia. Magari in paesi come la Cina?

No, con tutto il rispetto che ho per altre nazioni, dove il ciclismo sta sempre più diventando popolare, credo che il futuro di questo sport passerà sempre da queste gare. Sono loro che rappresentano la storia, la leggenda della bicicletta.

 

Parliamo invece del Mondiale di ciclismo che si svolgerà a Firenze nel 2013.Da toscano come è lei, cosa pensa di questo appuntamento così importante per la sua regione?

Finalmente, il Mondiale arriva anche da noi, il primo della storia. Sono proprio contento, che la Toscana ospiti un avvenimento così prestigioso. E’ una regione che ha dato tanti campioni. Uno su tutti Bartali. E tutti gli altri che hanno fatto la storia di questo sport. Credo che sia importante organizzarli nel migliore dei modi. Un avvenimento di cui sono particolarmente orgoglioso…

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
03/04/2011 - Un pronostico sfavorevole (vincerà Gilbert) (Giuseppe Crippa)

Bella questa intervista di Franco Vittadini con Michele Bartoli, indimenticato simpatico campione della terra di Bartali (anche i cognomi sono molto simili) che ci fa presentire quello che certo sarà un grande Mondiale, da vincere assolutamente. Il suoi pronostico nei confronti di Pozzato non è “politically correct” ma in linea con il personaggio, sempre esplicito nei suoi giudizi: speriamo che si sbagli… P.S. A me la foto dell’articolo non sembra sua…