BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Roma Juventus (0-2): i voti, la cronaca, il tabellino (trentunesima giornata)

Pubblicazione:domenica 3 aprile 2011

Matri festeggia con Grosso (Foto Ansa) Matri festeggia con Grosso (Foto Ansa)

PAGELLE JUVENTUS

 

Storari 8: I tre miracoli del primo tempo, su Vucinic, Totti e De Rossi, valgono una partita e consentono alla Juve di volare nella ripresa.

 

Motta 5: Impreciso ed insicuro in difesa ma anche quando si avventura sulla fascia. Poi si fa male. Dal 45' p.t. Grygera 6: Fa buona guardia e non concede sbavature. Bonucci 5,5: Nel primo tempo si lascia sfuggire Vucinic ma Storari lo salva. Nella ripresa prova a farsi perdonare chiudendo le porte agli arrembaggi romanisti.

 

Barzagli 6,5: Quantità e qualità nell'arco di tutti i 90 minuti.

 

Grosso 7: Per una sera sembra tornato quello dei Mondiali. Tiene gli occhi aperti in difesa, riparte in velocità e sforna il cross-assist per Krasic. Dal 37' s.t. Sorensen: s.v.

 

Melo 6: Un po' in affanno nel primo tempo, mette ordine ad idee e gioco nella ripresa.

 

Aquilani 6: Ci mette un po' a carburare e non brilla. Fa il suo in fase di sostegno all'attacco.

 

Marchisio 6,5: Corre e interviene dove può per rafforzare la manovra offensiva dei suoi. Serve il lancio al bacio per il gol di Matri.

 

Krasic 6,5: Nel primo tempo vaga a vuoto in attacco ma si riprende ben presto con un tiro al volo perfetto: gol e rinascita juventina. Tutto in pochi minuti. Dal 42' s.t. Salihamidzic s.v.)

 

Pepe 6: Corre, costruisce, tira. Non sempre con precisione ma con tigna costante.

 

Matri 7: Si muove tanto e raccoglie i pochi palloni che i compagni gli girano. Nella ripresa trasforma in rete un bel contropiede.

 

Del Neri 6,5: E' la vittoria che fa morale e che fa guardare con ritrovata fiducia alla zona Champions. Il primo tempo va dimenticato, eccezion fatta per le parate di Storari, mentre la ripresa è il simbolo di una vittoria netta e pulita: la su Juve fa la cinica al momento giusto e sfrutta i contropiede, per poi controllare il match.

 

(Marco Fattorini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.