BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ Torino-Piacenza (Serie B): segui e commenta la partita live in tempo reale

Torino-Piacenza è una delle sfide più interessanti di questa trentottesima giornata di Serie B. Il Torino di Lerda non può permettersi di rallentare il ritmo, ma il Piacenza vuole punti

Rolando Bianchi (Foto: Ansa) Rolando Bianchi (Foto: Ansa)

Torino-Piacenza è una delle sfide più interessanti di questa trentottesima giornata di Serie B. Il Torino di Lerda non può permettersi di rallentare il ritmo, complice anche il risultato a sorpresa dell'anticipo di ieri che ha regalato tre punti a uno dei più pericolosi concorrenti per la zona playoff. Allo stesso modo il Piacenza, invischiato pericolosamente nella zona playout, non si può permettere distrazioni e ogni punto è prezioso. Se Torino-Piacenza finisse con il segno X i due punti persi comincerebbero ad essere pesanti per i granata…

Il Torino di Lerda arriva alla sfida dopo il pareggio esterno di domenica scorsa. I granata oggi sono chiamati a tornare alla vittoria per non mettere in discussione la zona playoff così faticosamente riconquistata. Il  Torino però oggi non è davvero ben messo dal punto di vista delle assenze, con De Feudis e Ogbonna squalificati, e con le indisponibilità di Gasbarroni, Lazarevic, Rivalta, Zanetti e Zavagno. Insomma un bel grattacapo per Lerda che specie sulle fasce non potrà puntare sugli uomini messi in campo nelle ultime gare. La rosa granata è comunque ampia e le alternative non mancano, con Sgrigna e Budel che cercheranno di ben impressionare per conquistarsi il posto fisso anche per le prossime gare. Il Torino si schiererà quindi con l'ormai consueto 4-4-2 con Rubinho tra i pali, D'Ambrosio, Di Cesare, Pratali, e Garofalo in difesa, Pagano, De Vezze, Budel e Sgrigna a centrocampo, mentre in avanti come sempre spazio alla coppia Antenucci-Bianchi. In panchina Iunco, Gabionetta e Pellicori. Si rivedono anche Scaglia e Obodo.
Il Piacenza di Madonna arriva a Torino con la missione di mietere punti per non retrocedere. Una vittoria sarebbe certamente un toccasana, ma la partita non è certo delle più abbordabili. Qualche assenza anche per il mister piacentino, ma c'è anche il rientro di Guzman. Qualche scelta ancora da sciogliere (complice un po' di pretattica) a centrocampo e in difesa. In ogni caso il 4-3-1-2 del Piacenza pare disegnato in questo modo: Cassano tra i pali, Zenoni, Gervasoni, Rickler e Anaclerio in difesa, Marchi, Catinali e Bianchi a centrocampo, Guzman a sostegno di Piccolo e Cacia in attacco. E ora la parola al campo, Torino-Piacenza sta per cominciare...