BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ Castagner esclusiva: Inter flop difesa, Roma-Gasperini ok, Matri che colpo Juve

Pubblicazione:sabato 9 aprile 2011

Mazzarri con Cavani (Foto Ansa) Mazzarri con Cavani (Foto Ansa)

INTER JUVENTUS NAPOLI ROMA: IL PUNTO DI CASTAGNER - La manita dello Schalke in Champions è ancora stampata sui volti di Leonardo e della truppa interista. Troppo bruciante perdere in quel modo, 5 reti prese in casa e addio Europa. Per di più dopo aver già compromesso il cammino-scudetto nel derby. Riuscirà a rialzarsi l'Inter? E il soldato Leo merita altre chances da parte di Moratti? Di questo e dei temi più caldi del campionato abbiamo discusso con Ilario Castagner, ex-allenatore ed attualmente commentatore per Mediaset Premium.

 

Allora, Castagner. Qual è il suo giudizio sul momentaccio vissuto dai nerazzurri? E' davvero tutto perduto?

Non ho visto la gara con lo Schalke perchè commentavo il Real. Ho visto però il derby e posso dire che l'Inter mi sembra una squadra spenta, in modo particolare dal punto di vista fisico. I centrocampisti del Milan avevano almeno due marce in più mentre quelli nerazzurri apparivano senza energie. Alcuni sono lenti di natura come Thiago Motta, altri sono in riserva e mancava un trascinatore come Stankovic.

 

La difesa poi…

Si sapeva che era il reparto più debole e il gol preso a freddo non l'ha di certo aiutata. Il problema vero, e l'ho potuto notare anche nella gara col Bayern in Germania, è proprio la retroguardia: concede troppe palle-gol in ogni partita.

 

Secondo lei quindi è stata sopravvalutata l'impresa in Baviera?

No, questo non direi. Al gol di Pandev, io ho fatto un urlo che è durato 20 secondi, una cosa che non faccio mai. Di solito sono un tipo equilibrato, poi ovviamente in Europa tifo per le italiane. La vittoria è stata osannata per il modo in cui è arrivata, all'ultimo momento. Però lì il Bayern ha costruito talmente tanto che poteva anche fare 6 gol.

 

Proprio alla luce di questo, non crede che l'Inter di Leonardo sia troppo squilibrata tatticamente?

I giocatori devono ritrovare la condizione: arrivano sempre secondi sulla palla. Magari qualcuno, come prima del derby, è stato anche spremuto dalle nazionali, vedi ad esempio Cambiasso, che contro il Milan era stanchissimo.

 

Il tecnico brasiliano verrà confermato da Moratti, a suo avviso?

Si gioca tutto in questo finale di stagione. Un conto è finire l'annata combattendo, cercando quantomeno di lottare per il titolo, se non di vincerlo e un conto è arrendersi. L'Inter deve ritrovare condizione fisica e psicologica: al momento non ha convinzione nei propri mezzi.

 

Sarà possibile una rimonta a Gelsenkirchen? Nemmeno Leo sembrava crederci troppo...

 

Sinceramente non credo. Il sogno di vincere la seconda Champions consecutiva è finito. Nel calcio se non ci sono la giusta cattiveria e la massima concentrazione ci sta che una squadra più forte perda con una più debole, considerando anche il grande equilibrio che esiste oggi.

 

INTER E IL CAMPIONATO IL PUNTO DI CASTAGNER CONTINUA CLICCA SOTTO


  PAG. SUCC. >