BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GIRO D'ITALIA/ Ciao Weylandt, 216 Km di lacrime

Weylandt sorridente (Foto Ansa) Weylandt sorridente (Foto Ansa)

 

Lo stesso dolore che spingerà Tyler Farrar a lasciare stasera il Giro. Lo statunitense era amico fraterno di Wouter. Ore e ore passate insieme a macinare chilometri, a scherzare, a ridere, com’è è giusto che sia tra giovani amici. Lui era l’intruso al centro della fila degli uomini della Leopard. Lo hanno voluto accogliere, il suo dolore era il loro dolore. Molti corridori tagliano il traguardo, si fanno il segno della croce. Un gesto semplice, cristiano. Toccante e commovente. Come le campane suonate a distesa al passaggio del giro all’altezza del Santuario della Madonna di Montenero, che domina Livorno e guarda dall’alto il mare, che oggi luccicava più del solito. Come le lacrime di ognuno di noi.

 

(Francesco Montini)

© Riproduzione Riservata.