BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Napoli-Inter (Serie A): segui e commenta la partita live in tempo reale

La trentasettesima giornata di serie A va in archivio con un posticipo di lusso: Napoli-Inter. In palio punti pesanti per l'accesso diretto alla prossima Champions League.

Giampaolo Pazzini (foto Ansa)Giampaolo Pazzini (foto Ansa)

La trentasettesima giornata di serie A va in archivio con un posticipo di lusso: Napoli-Inter. Le due squadre, rispettivamente al terzo e secondo posto della classifica, si sfidano alla ricerca di quei punti che sanciscano definitivamente il proprio piazzamento e che, per quanto riguarda i partenopei, permettano la matematica certezza dell'approdo alla prossima Champions League per la porta principale, senza i preliminari. I due tecnici sono stati e sono tuttora al centro di voci di mercato accesissime: ma se Leoanrdo sembra aver trovato pace e stabilità, non lo stesso si può dire di Mazzarri, la cui telenovela con il presidente De Laurentiis sta tenendo banco da tantissime settimane.

Mazzarri preferisce non parlare del futuro ("lo faremo a fine campionato"), ma guarda con orgoglio alla sifda di stasera che, dopo 21 anni, potrebbe sancire l'ingresso del Napoli in Champions League: "siamo ad un passo dalla storia. Abbiamo fatto un percorso meraviglioso, non bisogna dimenticarlo, giocando 48 partite", dice il tecnico. Ma stasera al suo Napoli mancheranno due pedine importanti, proprio nella sfida decisiva: Cavani e Mascara, sanzionati e squalificati dal giudice sportivo. Pertanto la squadra partenopea dovrebbe schierarsi con il modulo 3-4-2-1, con De Sanctis tra i pali, Campagnaro, Cannavaro e Aronica in difesa, Maggio, Pazienza, Gargano e Dossena a centrocampo e la coppia Zuniga-Hamsik dietro l'unica punta Lavezzi.
L'Inter, che oltre a Sneijder e Stankovic registra il forfait di Lucio, si schiererà con il 4-4-2, con Julio Cesar tra i pali, Chivu, Materazzi, Ranocchia e Maicon in difesa, Pandev, Cambiasso, Zanetti e Mariga in mediana e la coppia Eto'o-Pazzini davanti. Leonardo chiede ai suoi una prova d'orgoglio, per chiudere ins econda posizione una stagione non esaltante. E per poi potersi concentrare solo sulla Coppa Italia, obiettivo divenuto fondamentale per i nerazzurri.