BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIO/ Villas Boas: un tecnico lontanissimo da Mourinho

Non chiamatelo Special Two. Andrè Villas Boas non vuole aver nulla a che fare con Josè Mourinho e il suo modo di intendere il calcio perchè, dice, il mio stile è differente.

Villas Boas (foto Ansa)Villas Boas (foto Ansa)

Non chiamatelo Special Two. Andrè Villas Boas non vuole aver nulla a che fare con Josè Mourinho e il suo modo di intendere il calcio perchè, dice, "il mio stile è differente. Il calcio non è un one man show ma un prodotto collettivo, che non deve essere focalizzato sull'allenatore. Io non sono un dittatore tattico, lascio liberi talento a creatività. Devo tutto a Bobby Robson. Il divorzio da Mou? Dovevo seguire la mia ambizione" (leggiamo sulla Gazzetta dello Sport).

Anche la preparazione della gara è diversa: tranquillità assoluta, non si parla degli arbitri e si mostra rispetto totale per gli avversari. Certo, il Porto arriva a questa finale da strafavorito e la cosa aiuta a gestire la tensione, ma è tutto l'ambiente Porto a vivere in un'atmosfera di rilassatezza e consapevolezza delle proprie forze: Braga già battutto due volte, zero sconfitte in campionato, 84 punti incamerati sui 90 totali, e la doppia finale (Europa League e Coppa di Portogallo) da giocare, per un personale triplete niente male.



CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS SU VILLAS BOAS