BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIRO D'ITALIA/ Quindicesima Tappa: vince Nieve. Poi Garzelli e Contador

Pubblicazione:domenica 22 maggio 2011

logo Giro d'Italia logo Giro d'Italia

GIRO D'ITALIA: QUINDICESIMA TAPPA - Si è appena chiusa la quindicesima Tappa del Giro d'Italia (vittoria di Nieve), che ha visto i corridori darsi battaglia sul percorso Conegliano-Gardeccia Val di Fassa. Duecentoventinove chilometri di sofferenza, che chiudono un trittico di tappe di montagna davvero terribili. La maglia rosa, prima del via, ha voluto puntualizzare un paio di cose sui fischi ricevuti nella giornata di ieri: "E' stata fatta confusione sulla discesa del Crostis, non sono stato io a decidere ma l'Uci. E' vero mi hanno fischiato, ma non tutti, la maggioranza dei tifosi mi ha applaudito" ha detto la maglia rosa prima di partire con gli altri 172 corridori.

I primi chilometri sono contraddistinti da una grande bagarre in testa alla corsa: al chilometro 10 attaccano Sella ed Hoogerland, al cui inseguimento si lanciano in cinque.

Il gruppetto riesce a rientrare sui fuggitivi e, dopo 72 chilometri, al comando ci sono 18 uomini in fuga (Garzelli, Tshopp, Pirazzi, Nieve, Sastre, Di Luca, Losada, Pasamontes, Petrov, Weening, Deignan, Sella, Hoogerland, Aramendia, Kuschynski, Seeldrayers, Popovych e Bakelandt)
Lungo la discesa allungano in testa alla corsa in 6: Garzelli, Sella, Di Luca, Bakelandts, Seeldrayers e Popovych. A 100 chilometri dall’arrivo il plotone ha un ritardo di 8’30”.

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA DESCRIZIONE DELLA QUINDICESIMA TAPPA DEL GIRO D'ITALIA


  PAG. SUCC. >