BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

GENOA-SAMPDORIA/ Preziosi: "la loro situazione non mi interessa. Io voglio vincere"

Manca pochissimo nel capoluogo ligure all'appuntamento con il derby: domenica sera si avvicina a grandi falcate e la tensione sale in città, da ambo le parti.

Angelo Palombo (foto Ansa)Angelo Palombo (foto Ansa)

Manca pochissimo nel capoluogo ligure all'appuntamento con il derby: domenica sera si avvicina a grandi falcate e la tensione sale in città. Nella giornata di ieri la squadra genoana si è allenata a porte aperte (oltre 2000 i tifosi presenti), domani toccherà alla Sampdoria fare il bagno di folla con i suoi tifosi, a Novi Ligure.

Come leggiamo sulla Gazzetta dello Sport, ieri ha parlato a lungo del derby il patron rossoblu Preziosi, il quale ha tenuto a ribadire: "non voglio che i miei giocatori siano sereni: li voglio preoccupati e determinati. Abbiamo compiuto il nostro dovere contro Brescia e Lecce e cercheremo di farlo in tutti i modi anche con la Sampdoria. Io alla loro situazione non penso proprio e chi ha parlato di possibile solidarietà penso sia stato frainteso".

Numerosi anche gli striscioni esposti dalla gradinata genoana trasferitasi a Pegli, tutti molto eloquenti: si va da un "per onorare questo campionato al derby avete solo un risultato" a un più chiaro "col sangue agli occhi ed il coltello tra i denti scagliatevi contro il nemico: li vogliamo in B" rivolti alla squadra, per concludere con uno striscione un pò forte rivolto al sindaco Vincenzi, rea di aver parlato per prima di "derby della solidarietà": "Vincenzi, ma quale solidarietà. Genova non vi vuole in serie A".

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS SUL DERBY DI GENOVA