BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIRO D'ITALIA/ Esclusiva Vincenzo Nibali: Contador ti sfido, voglia la maglia rosa!

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Vincenzo Nibali sorridente (Foto Ansa)  Vincenzo Nibali sorridente (Foto Ansa)

GIRO D’ITALIA – Le speranze dei tifosi sono tutte rivolte nei confronti di Vincenzo Nibali. Il ragazzo nativo di Messina è il vero avversario dello spagnolo Contador e a lui si chiede l’impresa: far tornare la maglia rosa sulle spalle di un italiano. Eccolo in questa intervista in esclusiva a ilsussidiario.net

 

Sarà una sfida Contador – Nibali?

Non chiuderei la partita a noi due. Kreuziger, Scarponi, Menchov, Rodriguez, Anton… la pattuglia dei pretendenti è ampia. E poi parliamo di un Giro durissimo, che si vincerà con la costanza. Sarà una corsa aperta e dovremo avere mille occhi.

 

E a proposito come si batte Contador?

Bella domanda! Va forte in salita, va forte a cronometro. Sarà un’impresa, non lo nego, ma non mi sento certo battuto. Dovrò sfruttare ogni occasione che il percorso e la corsa mi offrirà.

 

Altri possibili rivali per la vittoria finale, Scarponi, Menchov, Kreuziger, chi vedi?

Questi nomi, tutti alla pari.

 

Come giudichi il tracciato di questo Giro, dove si potrebbe decidere?

E’ un percorso durissimo e individuare una tappa dove si può decidere non è facile. Sicuramente l’ultima settimana sarà quella con le salite più dure ma non posso sottovalutare neanche le precedenti. Se ne devo citare dure, dico Zoncolan e Colle delle Finestre. Ma sono tanti gli arrivi difficili da interpretare.

 

Tra le tappe più difficili, ci sono l’Etna, l’arrivo sullo Zoncolan, il Sestriere, come vedi queste tappe?

L’Etna è troppo presto per essere decisiva, ma sicuramente guadagnare secondi qui è un vantaggio. Le altre due, come detto, sono tra le più dure.

 

Ce ne sono altre secondo te molto impegnative?

L’intera ultima settimana, e poi l’arrivo di Orvieto: ne parlano poco ma io che l’ho vista posso affermare che è temibile. Tra le tappe dure, non riesco a sceglierne una decisiva per la vittoria ma sicuramente per perdere il Giro sì.

 

GIRO D’ITALIA ESCLUSIVA NIBALI CONTINUA CLICCA SOTTO


  PAG. SUCC. >