BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MILAN CAMPIONE D'ITALIA/ Le Pagelle: Abbiati e Thiago Silva insuperabili. Incoronato Allegri

Pubblicazione:

Massimo Allegri in trionfo (Ansa)  Massimo Allegri in trionfo (Ansa)


Robinho 8: Se fosse più freddo sotto porta sarebbe uno degli attaccanti più forti al mondo. Per ora non è così, ma la mole e la qualità di gioco che garantisce alla squadra in ogni partita gli permette di farsi perdonare gli errori più incredibili. Un acquisto azzeccato e fondamentale.

Kevin Prince Boateng 8,5: La sorpresa dell'anno per i tifosi rossoneri. Fisico, piedi, corsa, grinta e anche qualche rete. Il Milan ha trovato un giovane su cui costruire. Le prestazioni in Coppa d'Africa avevano fornito gli indizi giusti.

Ignazio Abate 7,5: Il giovane Abate ha continuato a lavorare su se stesso, migliorando moltissimo. La corsa non era mai mancata, quest'anno però ha saputo offrire assist e cross pregevoli, accompagnando alla fase propositiva una sicurezza in difesa da grande campione.

Antonio Cassano 7: Ha saputo inserirsi arrivando a gennaio dopo i guai con la Sampdoria. La condizione fisica non lo ha aiutato, i piedi però sono sempre quelli del fuoriclasse. Decisivi i suoi assist illuminanti, ottimo il suo impatto anche sul derby di ritorno, secondo tutti gli opinionisti la partita chiave che ha permesso ai rossoneri di scucire lo scudetto dalla maglia dei cugini.

Massimo Allegri 8: Arrivato sulla panchina rossonera tra mille perplessità, dopo la parentesi Leonardo, il tecnico toscano ha saputo costruire una squadra concreta, solida e orientata al risultato. Lo spettacolo non è mancato, ma è stato asservito a un obiettivo come lo scudetto, dove la costanza conta più di tutto. Il Milan, anche grazie a Ibrahimovic, sembra aver risolto l'annoso problema delle "piccole", ha messo da parte l'ossessione per le tre punte e ha velocizzato un gioco che nel tempo stava diventando lento e prevedibile.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.