BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MORTE WEYLANDT/ Esclusiva Moser. Wouter come Casartelli: purtroppo può capitare ma il Giro d’Italia è sicuro

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Weylandt dopo la caduta (Foto Ansa)  Weylandt dopo la caduta (Foto Ansa)

 

Un ciclista pensa mai al fatto che gli possa capitare qualcosa di brutto?

Sì, lo pensa: c'è chi ha più paura e chi meno. Da ex corridore dico che non si può andare alla partenza con questa paura. Se non ci fai i conti, ti conviene startene a casa.

 

Il Giro si deve fermare?

Non sono io a decidere, ma credo che debba andare avanti. Oggi è successa una irreparabile fatalità, un lutto che colpisce tutti noi, appassionati e amanti della due ruote.

 

Questo fatto che impatto avrà sugli altri corridori?

I corridori sono abituati a fare i conti con le possibili cadute ma è chiaro che da domani presteranno ancora più attenzione. Non credo serva a molto l’idea di modificare alcune strade o alcuni percorsi. Il giro è sicuro, bisogna andare avanti. Ricordando però in ogni istante l’amico Wouter.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.