BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOSCOMMESSE/ Abete, presidente FIGC: "Aspettiamo un quadro più preciso"

Giancarlo Abete (attuale presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio) ha parlato delle notizie emerse in mattinata rispetto al nuvo scandalo del calcio scommesse.

Giancarlo Abete (foto Ansa) Giancarlo Abete (foto Ansa)

“Se ci saranno i presupposti, la Federcalcio si costituirà parte civile per proteggere la regolarità dei campionati e chiedere i danni”. Così Giancarlo Abete (attuale presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio) ha parlato delle notizie emerse in mattinata rispetto al nuvo scandalo del calcio scommesse. Prosegue Abete, come leggiamo sul sito della Gazzetta dello Sport (www.gazzetta.it): “Le informazioni arrivano una dopo l’altra, ma aspetto di avere presto un quadro più preciso. Mi pare di capire che l’indagine riguardi tante partite e che non siano coinvolti dirigenti, ma soltanto ex giocatori e tesserati. Alcuni arrestati, altri indagati, e questa è già una differenza importante”. Proprio il pericolo del calcioscommesse era stato additato da Platini e Blatter come un male che poteva uccidere il calcio. A tal proposito dice Abete: "Non è un caso che la Fifa abbia appena stipulato un accordo da 20 milioni di dollari con l’Interpol. Anche noi riceviamo spesso segnalazioni, ma poi bisogna indagare. E cercare di capire: è possibile che la criminalità organizzata cerchi di usare il calcio, occorre vedere se e come ha inciso sull’attività sportiva”.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DI ABETE SUL CALCIOSCOMMESSE