BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Copa America 2011 al via, tutti alla caccia del Brasile campione

Con il pareggio tra Argentina e Bolivia, si è aperta ufficialmente la 43esima edizione della Copa America. Tutti alla caccia del Brasile di Pato e Neymar campione in carica.

Lionel Messi e Diego Armando Maradona (Foto: Ansa)Lionel Messi e Diego Armando Maradona (Foto: Ansa)

Con il match ArgentinaBolivia, giocato ieri notte e terminato con il risultato di 1 a 1, si è ufficialmente aperta la 43esima edizione della Copa America. Per l'occasione le più importanti nazionali Sud Americane fanno tappa in Argentina, dove si svolgerà l'intero torneo. Proprio i padroni di casa dell'Albiceleste, forti del fattore campo e di una delle squadre più competitive ai nastri di partenza, proveranno a cancellare il brutto ricordo del Mondiale 2010 e strappare il titolo dalle grinfie dei campioni in carica del Brasile. Chi però crede che si tratterà di una lotta a due tra Argentina e Brasile potrebbe venire ben presto smentito; le due formazioni restano favorite ai nastri di partenza, ma dovranno comunque fare attenzione all'insidiosa presenza di compagini come il Cile o l'Uruguay. Bielsa e Tabarez restano infatti navigati strateghi capaci di imprese talvolta ritenute impossibili, se poi alle loro dipendenze splendono stelle capaci di cambiare da sole le sorti di un incontro allora nessun traguardo può apparire precluso alle due compagini. È il caso di Sanchez e Vidal da un lato e di Cavani e Forlan dall'altro, talenti fulgidi e che non hanno nulla da invidiare ai fenomeni della più blasonata Argentina o ai giovanissimi enfant prodige del Brasile. Fattore decisivo per le sorti della competizione rischiano così di non essere tanto le qualità individuali, quanto l'organizzazione del collettivo e la capacità di mettere la qualità dei singoli al servizio della squadra; in questo senso può servire da esempio già la gara di ieri, in cui l'Argentina dei Messi, Tevez e Lavezzi si è inceppata al cospetto della modesta Bolivia, perdendosi in eccessivi virtuosismi e sortite individuali che poco hanno potuto di fronte alla solida organizzazione difensiva boliviana. Si tratta dunque di una Coppa America tutta da gustare in cui, c'è da giurarci, si assisterà all'esplosione di molti giovani di altissimo livello e dalla quale numerosi operatori di mercato potranno trovare i rinforzi adeguati per le proprie compagini. Dopo la partenza di ieri sera con l'esordio dei padroni di casa dell'Argentina contro la Bolivia (leggi qui per vedere la sintesi), si prosegue quest'oggi con Colombia – Costa Rica, per poi entrare nel vivo della competizione già da domani quando scenderanno in campo Brasile e Paraguay, rispettivamente contro Venezuela ed Ecuador.