BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

WIMBLEDON/ Golarsa: Sharapova – Kvitova, la sfida dell’Est. Ma dove sono finite le fuoriclasse?

Sharapova in finale (Foto Ansa)Sharapova in finale (Foto Ansa)

 

A Wimbledon tra l’altro quest’anno va di moda il tennis dell’est, con tre semifinaliste su quattro di questa parte d’Europa. Qual è il motivo?

In fondo tutte e tre, la Sharapova, la Kvitova e la Azarenka sono tre giocatrici che risentono dell’influenza della scuola russa. Forti fisicamente, tennis potente. Nel momento di crisi delle sorelle Williams e della Wozniachi è venuto fuori di conseguenza il tennis di questa scuola.

 

Wimbledon quindi non sarà deludente senza un successo delle Williams e della Wozniachi?

No. Wimbledon si attiene alla situazione del ranking mondiale del tennis femminile dove non ci sono più grandi fuoriclasse dove nessuna giocatrice riesce mai a vincere due prove del Grande Slam consecutive

 

Queste due giocatrici soprattutto la Sharapova possono diventare due grandi del tennis mondiale, considerata la loro età ancora molto giovane?

La Sharapova ha già vinto Wimbledon nel 2004, ha già vinto tre Tornei del Grande Slam. Penso che lei è in grado di ritornare ai suoi livelli passati e diventare la numero uno dei prossimi anni del tennis mondiale

 

Sharapova personaggio di cui si parla molto anche fuori dal tennis. Può far bene a questo sport o farne dimenticare il suo vero significato?

E’ bella e brava. Ha un’immagine che piace, firma contratti pubblicitari molto importanti e di lei si parla anche oltre il valore sportivo. Questo però non è una cosa negativa. Proprio perché lei stessa sente ancora l’importanza dell’essere tennista a tutti i livelli. I suoi successi fuori dal campo di gioco non le fanno dimenticare di essere prima di tutto un’atleta a 360°.

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.