BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ UDINESE, agente Floro Flores: "Nessuna esclusione dal ritiro, ma potrebbe lasciare Udine a breve..."

Pubblicazione:lunedì 4 luglio 2011 - Ultimo aggiornamento:lunedì 4 luglio 2011, 14.54

Floro Flores (foto Ansa) Floro Flores (foto Ansa)

CALCIOMERCATO - "Macchè esclusione! Se Floro Flores non è partito con l'Udinese è perchè lo abbiamo deciso con la società". Paolo Palermo, procuratore del ragazzo, è intervenuto in esclusiva ai microfoni de ilsussidiario.net per fare chiarezza sulle voci, circolate oggi su molti quotidiani sportivi, che dicono di un attaccante non convocato per il ritiro dell'Udinese per "scelta tecnica". "Innanzitutto non si tratta di un vero e proprio ritiro - chiarisce l'agente - ma solamente di una sessione di test che i giocatori svolgeranno ad Udine" dice Palermo, che non vuole sentire parlare di esclusione. "Non c'è nessuna esclusione, sia chiaro. Il fatto che non sia partito in ritiro insieme agli altri è frutto di un tacito accordo che abbiamo stipulato con la società" dice il procuratore, che prosegue. "Essendo un giocatore che potrebbe lasciare Udine abbiamo deciso, con la società, di prolungargli un po' le vacanze". Il napoletano, dopo aver giocato al Genoa nella passata stagione, è tornato ad Udine nei giorni scorsi in seguito al mancato accordo tra le due società sul prezzo del riscatto. "Il cartellino adesso è interamente dell'Udinese" ci dice il procuratore, che chiarisce subito che la squadra friulana non è certo una soluzione non gradita, anzi: "Ad Udine lui ha sempre detto di stare bene - dice Palermo - e se in questa settimana non si concretizzeranno operazioni di mercato, il 10 partirà per il ritiro con i bianconeri". Ma l'attaccante, come ha ammesso lo stesso procuratore, è da tempo al centro di intrighi di mercato, che vedono soprattutto due società - Cesena e Bologna - interessate alle sue prestazioni. I contatti sono, in particolare con i rossoblu, decisamente avanzati e il procuratore infatti non ha nascosto l'esistenza di "trattative che potrebbero chiudersi a breve".


  PAG. SUCC. >