BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TOUR DE FRANCE/ Ivan Basso: esperienza e motivazioni, così provo a battere Contador e Schleck

Basso con la maglia rosa (Foto Ansa) Basso con la maglia rosa (Foto Ansa)

 

Una tappa arriverà anche a Pinerolo in Italia: cosa promette ai tifosi italiani di fare in questa frazione?

Ai tifosi italiani prometto un Tour corso con la grinta del leone, ma non solo a Pinerolo bensì per tutto l'arco della corsa.

 

Dopo un grande giro della Svizzera Damiano Cunego potrebbe essere uno possibile protagonista di questo Tour?

Cunego è un campione, deve solo ritrovare lo smalto dei giorni migliori. Da italiano mi auguro che possa essere tra i protagonisti.

 

Che differenza c’è tra il Giro e il Tour, modo di correre, pubblico, fascino della corsa?

Sono due corse differenti, sia per caratteristiche che per ambiente. Il Tour è il palcoscenico più importante, la corsa a tappe con maggior blasone e attenzione mediatica. Il Giro è la corsa del cuore degli italiani che mi ha regalato grandi soddisfazioni.

 

Quanto è importante la tua famiglia e se le tue figlie verranno, in una tappa, a fare il tifo per lei?

Fondamentale: lo è stato in passato e lo è pure adesso. Ancora non abbiamo programmato quando vedersi: spero a Parigi, magari sul podio.

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.