BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ Arsenal-Udinese (Champions League): segui e commenta la partita live in temporeale

Arsenal-Udinese segna il debutto italiano nella nuova edizione della Champions League. L’Udinese torna dopo sei anni a esibirsi sul palcoscenico dell'Europa che conta

Arsene Wenger (Foto: ANSA) Arsene Wenger (Foto: ANSA)

Arsenal-Udinese segna il debutto italiano nella nuova edizione della Champions League. L’Udinese torna dopo sei anni a esibirsi sul palcoscenico dell'Europa che conta, e la sfida è da brividi: con l’Arsenal di Arsene Wenger orfano di Fabregas e Nasri, ma pur sempre terrificante.  In casa Arsenal, quindi, il clima non è dei migliori, come testimonia lo scialbo pareggio alla prima giornata di Premier League: 0 a 0 contro il Newcastle. "Dobbiamo andare in Champions e serve un buon risultato già martedì all'Emirates, anche per ritrovare fiducia. Tutti mi chiedono di Cesc. Non posso far altro che dire che abbiamo perso un grandissimo, ma non è il primo campione che lascia l'Arsenal e siamo sempre rimasti al top".
L’Udinese andrà in campo con un 4-1-4-1 che verà Handanovic a difendere i pali, linea a quattro formata da  Basta,  Benatia,  Danilo,  Neuton, a centrocampo Doubai,  Isla,  Pinzi,  Asamoah,  Armero e in attacco capitan Di Natale, entusiasta di giocare contro i Gunners: "Da quando ero bambino sognavo un palcoscenico così". Assenti nell'Udinese Domizzi e Floro Flores. Guidolin vuole trasmettere fiducia: "In campo senza paura e attenzione a ogni dettaglio. Non bisogna pensare agli assenti, siamo nella condizione di fare bene, ci siamo preparati nel modo migliore - ha spiegato il tecnico - ho visto i ragazzi applicarsi con grande professionalità. Io credo nelle loro possibilità. L' avversario è di quelli molto forti, ma non per questo dovremo avere paura".
Arsenal invece in campo con un britannico 4-4-2 con in porta Szczesny, in difesa  Sagna,  Wermalen, Kosjelny,  Gibbs. Il centrocampo, privo di Fabregas e Nasri sarà affidato a Walcott, Ramsey,  Song e Arsavin, in attacco, vista l’assenza di Van Persie, giocheranno il neo acquisto Gervinho a far da spalla a Chamakh. Di fronte si trovano insomma due squadre che rimpiangono i campioni che hanno lasciato o stanno per lasciare (dall’Udinese sono partiti Sanchez, Inler e Zapata), vincerà probabilmente chi avrà meno nostalgia del passato e fiducia nei nuovi innesti anche se, è ovvio, l'Arsenal è una squadra tecnicamente molto superiore. Ma se davide vincesse contro golia? Lo scopriremo presto: Arsenal-Udinese sta per cominciare.