BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

TROFEO TIM/ Juventus-Milan (2-1): sintesi, gol, highlights. In rete Cassano, Vidal e Matri

Rossoneri avanti con Cassano, uno dei migliori in campo. Poi Vidal trova la posizione in campo e detta legge, suo il pareggio e l'assist per il gol di Matri

Alessandro Matri, foto AnsaAlessandro Matri, foto Ansa

Dopo essere stata sconfitta, ma solo ai calci di rigore, dall’Inter, la Juventus si vendica battendo il Milan nella seconda partita del Trofeo Tim, tradizionale kermessa agostana svoltasi ieri allo stadio San Nicola di Bari. Nella seconda gara Antonio Conte cambia volta alla sua creatura e propone un 4-2-3-1 rischierando Barzagli e Bonucci centrali ma questa volta con Motta e Ziegler sugli esterni. A centrocampo l’insostituibile Pirlo (poi entrerà Marrone) di fianco a Pazienza e in avanti, anziché due punte e due ali altissime ecco una linea di tre con Vidal trequartista spalleggiato da Pasquato e Krasic con Matri unica punta. Il Milan è ampiamente rimaneggiato e Allegri schiera il suo classico 4-3-1-2 con Flavio Roma tra i pali, Se Sciglio, Nesta, Ely e Taiwo in difesa, Gattuso, Van Bommel, Antonini a centrocampo, Boateng trequartista bulldozer e il giovane Comi a far coppia in attacco con Cassano. Parte meglio il Milan con il solito Boateng, che innesca Cassano che si beve Bonucci e deposita in rete il gol dell’1 a 0. Siamo al 12 esimo. La Juventus non ci sta e pareggia con un tiro da fuori di Vidal su cui Roma ha più che una colpa, il destro del cileno era velleitario ma si infila tra il palo e le mani del portiere. Ancora Vidal è protagonista della successiva azione da gol. Il centrocampista, autore di un’ottima prova, si trova a tu per tu col portiere rossonero, gli spara addosso una prima volta e poi sulla traversa la ribattuta. Il gol della vittoria finale arriva al tempo scaduto e il protagonista è ancora Vidal che pesca Matri al centro dell’area e l’ex cagliaritano deposita alle spalle di Roma. Nel Milan il migliore è Cassano che gioca, regala numeri, diverte e si diverte nella sua Bari. Un gol e tante giocate. Bene anche Boateng, sempre più anima e cuore di questa squadra, travolge ostacoli come un carro armato e vede anche i movimenti delle punte. Positiva anche la prova di Antonini in un ruolo non suo mentre è da bocciare la difesa, da Nesta che appare in ritardo di condizione, a Taiwo che appare inchiodato e spaesato. Nella Juve esordio col botto di Vidal, anche se l’inzio non è stato molto efficace, da una sua palla persa era infatti nato il gol dei rossoneri. Poi si rifà con gli interessi. In difesa non male Barzagli ma decisamente da rivedere Bonucci che appare poco sicuro. Dal mercato arriverà un difensore, questa Juve ne ha bisogno.