BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

TOTTENHAM-MANCHESTER CITY (1-5)/ Super Dzeko! Nasri 3 assist. Sintesi, gol e highlights (video)

Il City strapazza gli Spurs al White Hart Lane, quattro gol del bomber bosniaco e tre assi dell'ultimo campione acquistato Samir Nasri scavano un solco incolmabile

Roberto Mancini, foto AnsaRoberto Mancini, foto Ansa

Come alla Play Station. La squadra costruita come una raccolta di figurine dallo sceicco Mansour e ben gestita da Roberto Mancini sta spiccando il volo. L'impressione che dà il City è di una potenza straripante unita a un'ottima dose di classe, eccezionale ora che c'è anche Nasri lì davanti a ordinare il traffico da treqaurtista e a spedire palloni dolcissimi sulla testa e sui piedi del panzer bosniaco che è finalmente a suo agio in Premier League. Nove punti in tre gare è il bottino dei ragazzi di Mancini che sono già lanciati come antagonista numero uno del Manchester United per il titolo. Il Chelsea sarà il terzo incomodo ma per ora sembra un gradino sotto, lo United invece non perde un colpo e risponde a distanza piallando con 8, sì 8, reti l'Arsenal che ormai sembra recitare il ruolo di nobile decaduta. Tornando alla gara di ieri, il man of the match è senza dubbio Edin Dzeko, che si porta a casa il pallone e segna quattro gol: "E' un giorno speciale per me - ha spiegato il bosniaco a fine gara - Il poker mi era riuscito una volta in Germania, in Coppa, ma non ricordo neppure quale partita fosse. Stavolta è diverso, siamo in Premier League". Campionato in cui gioca da gennaio scorso, quando era stato pagato 35 milioni al Wolfsburg. E dopo un adattamento difficile, che aveva fatto gridare al bidone a molti, ora, ecco servito un inzio di stagione da campione assoluto. Dzeko apre le marcature al 34esimo del primo tempo, raddoppia al 41 esimo, fa il terzo al 10 del secondo tempo e chiude il poker nei minuti di recupero. L'altra rete, segnata al 15esimo de primo tempo, è del Kun Aguero, altro fenomeno e acquisto milionario e recentissimo di Mansour, pagato 45 milioni di euro. E per chiudere il discorso ci mettiamo anche i 35 milioni freschi freschi versati all'Arsenal per Nasri: arrivato, partito tiotale, autore di tre assist per Dzeko. I soldi non faranno la felicità di tutti ma di Roberto Mancini forse sì.