BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOSCOMMESSE/ Gianluca Di Marzio e quella procura "nel pallone" che oscura la Tv

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Gianluca Di Marzio  Gianluca Di Marzio

Quando criticava Mario Corso, scriveva: “Corso, participio passato del verbo correre”. Non si inchinava davanti al mago Herrera che, quando si sbagliava, si beccava: “Mago è un vocabolo punico, che all'ablativo fa magone”. Oggi simili critiche provocherebbero scandali epocali. Chi ha il coraggio di contestare apertamente Mourinho con i suoi atteggiamenti ? Infine c'è un inquietante intreccio tra magistratura e apparato mediatico. Chissà perché le intercettazioni finiscono sempre prima sui giornali. Che in tutto questo strano intrigo vada di mezzo un bravo e onesto cronista come Gianluca Di Marzio dispiace. Innanzitutto perché ha lasciato il “deserto”, popolato di falsi battutisti o di visi funerei. In secondo luogo, perché da quanto si è visto, non pare che la sua casa editrice (espertissima in intercettazioni telefoniche) lo abbia difeso, invitandolo a continuare a lavorare, almeno fino a sentenza di condanna avvenuta.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.