BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE B/ Juve Stabia-Brescia: le probabili formazioni

Juve Stabia e Brescia si sfidano oggi nel primo testa-coda della serie cadetta. Ecco le considerazioni sul match e le probabili formazioni che scenderanno in campo.

tifosi bresciani (foto Ansa) tifosi bresciani (foto Ansa)

SERIE B JUVE STABIA-BRESCIA: PROBABILI FORMAZIONI - Juve Stabia e Brescia si sfideranno oggi pomeriggio in un match che ha tutte le caratteristiche del primo vero testa-coda della serie cadetta. La squadra lombarda, infatti, conduce la classifica provvisoria con sette punti - frutto di due vittorie ed un pareggio nelle prime tre gare - mentre la Juve Stabia è ancora ancorata a quota zero punti. In casa bresciana destano qualche preoccupazione le condizioni del numero uno Leali, bloccato a letto da una sindrome influenzale che lo ha colto nei giorni scorsi: in caso di forfait al suo posto entrarà Arcari, apparso in ottima forma nel corso degli allenamenti della settimana. Non sarà disponibile per la gara del pomeriggio neanche Berardi, che sta svolgendo un lavoro differenziato. In casa Juve Stabia, invece, ci sono due buone notizie: il tecnico Braglia ritrova a disposizione sia Danilevicius che Colombi e potrà così far giocare la squadra con il consueto 3-4-3 molto offensivo, con il quale spera di mettere in difficoltà il Brescia di Scienza. Non sono tutte rose e fiori però per Braglia: la mala-gestione del proprio numero uno - Colombi - da parte dell'allenatore della Nazionael under 21 è stato un fattore che ha innervosito un pò l'ambiente. Niente di grave, sia chiaro: ma la convocazione di Colombi - finito poi in tribuna - non è piaciuta molto al tecnico, che avrebbe preferito tenerlo con sè ad allenarsi. Il problema comunque sembra risolto e Colombi si è aggregato tranquillamente al gruppo. In uno stadio che si preannuncia gremito, agli ordini del signor Tommasi di Bassano, la Juve Stabia è chiamata a fermare la corsa della capolista Brescia e a cominciare a mettere i primi punti in cascina: a pari punti con il Gubbio (a quota zero) e davanti solo all'Ascoli (a quota -3), la situazione per i gialloblu comincia a farsi preoccupante. Ma non c'è niente di meglio di incontrare una squadra forte, fortissima, per risorgere e dimostrare che la volontà di combattere e la certezza di poter lottare alla pari con tutti fino alla fine è un motore che dà una forza inarrestabile.