BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

FANTACALCIO 2011-2012/ Miccoli e Moralez i top, Samuel e Bojan i flop

Fabrizio Miccoli, Moralez dell’Atalanta e Hugo Campagnaro i migliori della prima giornata. Deludono Walter Samuel, Bojan Krkic e Rubin del Parma.

Fabrizio Miccoli, attaccante Palermo (Foto Ansa)Fabrizio Miccoli, attaccante Palermo (Foto Ansa)

Con il ritorno della Serie A torna anche il gioco più amato da tutti i tifosi italiani e non, il mitico fantacalcio. La redazione de Ilsussidiario.net ha voluto analizzare nel dettaglio le prestazioni dei singoli giocatori andando ad individuare i migliori, i peggiori, nonché le conferme.
La palma di migliore della prima giornata di Serie A 2011-2012 se la aggiudica a mani base l’attaccante del Palermo, Fabrizio Miccoli. Il centravanti rosanero è stato protagonista di una gara ad altissimo livello (un classico quando il salentino vede una big) da 8 in pagella con l’aggiunta di un bonus di 6 punti per la doppietta realizzata. Si presenta alla Serie A in maniera grandiosa anche Moralez, attaccante dell’Atalanta, per lui due marcature e un bel bonus da 13. Infine, degna di nota la prestazione di Hugo Campagnaro, del Napoli, che ha realizzato una rete nell’anticipo di Cesena, facendo dimenticare di colpo il tragico incidente automobilistico di inizio estate.
Diverse anche le conferme di questa prima giornata. Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan, si conferma bomber sempreverde su cui puntare per il proprio attacco, così come l’altro sempreverde, l’italianissimo Totò Di Natale, uno che nella fantasquadra non dovrebbe mancare mai. Bene anche Hamsik, che ha esordito nel migliore dei modi con una rete, nonché De Rossi, uno dei pochi giallorossi brillanti nel funesto esordio della Roma contro il Cagliari.
Diversi sono stati i flop della prima giornata. Fra i peggiori da segnalare la prestazione di Bojan Krkic, da 4 in pagella, giocatore che si mormora sia già stato bocciato. Malissimo anche Walter Samuel, uno abituato a dettare legge fra i top, che a Palermo, complice anche una difesa a 3 non ancora rodata, è stato il protagonista in negativo. Degna di nota, ma al contrario, la prestazione di Rubin del Parma, che non è mai riuscito a contenere le scorribande degli avversari juventini, letteralmente scatenati di fronte al pubblico di casa. Male infine la prestazione di Julio Cesar colpevole nettamente sul quarto gol del Palermo e protagonista di una gara molto incerta. Da una "saracinesca" come lui ci si aspetta sempre il massimo...