BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ Crosetti: gli attacchi a Gasperini e Luis Enrique? Simbolo di un calcio malato... (esclusiva)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Gasperini (Foto Ansa)  Gasperini (Foto Ansa)

Ma questo perché vediamo da anni, a certi livelli, il Milan. Non è mica un bambino che ha bisogno della caramella. Nemmeno il Napoli è un bambino, però – diciamocela tutta – la prova di Manchester è stata francamente inattesa. C’era il rischio di essere sommersi dal City e invece gli azzurri hanno giocato in maniera fresca, divertente, tenendo benissimo il campo.

Allegri, in un’intervista al Mattino, ha detto che Mazzarri è bravo ma si lamenta troppo. Mi pare evidente che i due non si stiano simpatici. Però credo che i personaggi pubblici farebbero meglio a tenersele per sé certe antipatie. Auspico una maggiore sobrietà da parte di tutti.

La bella Juve vista contro il Parma ha scatenato entusiasmi che a Torino non si vedevano da tempo. Entusiasmi eccessivi secondo lei? E’ chiaro che la Juventus, dopo due fallimenti consecutivi e l’anno di B, ha bisogno come il pane di entusiasmo. La trovo una cosa giusta. Di sicuro, la qualità media della squadra è migliorata, ci sono tante cose buone. Buone, non so ancora se entusiasmanti. Ma, comunque, bisogna aspettare prima di dare giudizi e Conte è il primo a saperlo. Già a Siena, dove lui ha allenato, non sarà una passeggiata.

Chiudiamo con Calciopoli. Moggi ha annunciato una nuova intercettazione, destinata – secondo lui – a riscrivere la storia del processo. Guardi, su Moggi stendiamo un velo pietoso. Anzi, è meglio che lo stenda lui stesso, il velo, su di sé…

 

(Alessandro Basile)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
17/09/2011 - L'antipatia di Crosetti (Giuseppe Crippa)

Come si fa a dire: “Però credo che i personaggi pubblici farebbero meglio a tenersele per sé certe antipatie. Auspico una maggiore sobrietà da parte di tutti.” e due secondi dopo “ Guardi, su Moggi stendiamo un velo pietoso. Anzi, è meglio che lo stenda lui stesso, il velo, su di sé…” Complimenti a Crosetti per la sua eccezionale coerenza!