BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Inter, Marcello Lippi: io di nuovo a Milano? Non ci penso nemmeno

Pubblicazione:lunedì 19 settembre 2011

Marcello Lippi (foto Ansa) Marcello Lippi (foto Ansa)

CALCIOMERCATO INTER - Gasperini è ancora l'allenatore dell'Inter, ma tutti sono già alla ricerca del suo sostituto. In realtà il tecnico di Grugliasco ha tre gare per dimostrare di meritare la permanenza sulla panchina che fu dell'indimenticato Mourinho: Novara e Bologna in campionato e Cska Mosca in Champions League. Con nove punti all'attivo allora se ne potrebbe parlare di far mangiare il famoso "panettone" al tecnico piemontese, altrimenti la situazione diverrebbe davvero complessa. E allora è di moda la caccia al nuovo tecnico, dato che tutti sono convinti che i rapporti tra il tecnico e il patron siano già troppo logori per poter pensare ad una permanenza prolungata a Milano dell'allenatore. I nomi caldi sono quelli di Roberto Baggio, Walter Zenga, un Luis Figo ad interim, Gianfranco Zola, Carlo Ancelotti, Guus Hiddings e Fabio Capello. Il tutto tenendo presente che l'anno prossimo Moratti farà di tutto per portare a Milano Per Guardiola o Josè Mourinho. Insomma, troppi nomi per poter pensare che il carniere entro cui si farà la scelta possa davvero contenere tutti questi nomi. Fantasie giornalistiche, rumors di mercato e sogni dei tifosi si mescolano e danno vita a questa ridda di nomi, che affondano le proprie radici in sogni di qualche notte settembrina. Chi, invece, si è tirato fuori dalla corsa al posto di Gasperini (chissà tra l'altro come si sentirà il tecnico nerazzurro a leggere tutte queste voci) è Marcello Lippi. L'ex tecnico della Juventus e della stessa Inter - esperienza in nerazzurro sinceramente fallimentare - ha esclamato così a chi chiedeva un parere sulla vicenda Gasperini: "Il tecnico ha trovato tanti problemi e difficoltà, con infortuni. Ha perso il primo trofeo giocando una discreta partita. Adesso deve recuperare i giocatori importanti" ha detto il tecnico viareggino, che poi ha commentato così che lo dava per papabile a sostituire il tecnico: "L'Inter? Sono già stato a Milano e questa idea dell'Inter non mi passa nell'anticamera del cervello". Il tecnico, a Milano, non ha lasciato grandi ricordi e difficilmente sarà possibile trovare un sostenitore nerazzurro disposto a riabbracciare l'ex CT della Nazionale.


  PAG. SUCC. >