BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MONDIALI RUGBY/ Italia, battere Russia e Usa, poi sotto l'Irlanda. La finale? Nuova Zelanda-Australia... Amerino Zatta (esclusiva)

L'Italrugby è chiamata domani al match contro la Russia: una tappa decisiva per il prosieguo del cammino azzurro ai Mondiali. Ne ha parlato con noi - in esclusiva - AMERINO ZATTA.

rugby (foto Ansa) rugby (foto Ansa)

Domani è il giorno di Italia-Russia. Un match importante per gli azzurri, chiamati al pronto riscatto dopo la debacle (onorevole) contro l'Australia e costretti alla vittoria per continuare a sognare il passaggio del turno. Battere Russia e Stati Uniti e poi giocarsi tutto nel match contro l'Irlanda: il destino azzurro passa delle prossime tre partite. Per fare il punto sulla nostra nazionale alla vigilia di questa gara è intervenuto – in esclusiva a IlSussidiario.net – Amerino Zatta, presidente della Benetton Treviso, il club rugbistico più titolato d'Italia.

Italia-Russia: partita facile o più complicata del previsto? Al Mondiale non ci sono mai partite facili e quindi penso che neanche questo incontro con la Russia sarà facile. Diciamo pure che noi dobbiamo cercare assolutamente di vincere per avvicinarci nel modo migliore al match con l’Irlanda

Dal punto di vista tattico, che formazione è la Russia? Credo che Nickl Mallett sia la persona più indicata per conoscere una formazione come la Russia e che sappia benissimo quale sia il modo giusto per affrontare questa nazionale

Ci sarà probabilmente il ritorno di Mauro Bergamasco, dopo le recenti polemiche… Credo che Mauro abbia un po’ esagerato nei toni, enfatizzando troppo i motivi della sua esclusione nel match con l'Australia

Che dire dei suoi giocatori che fanno parte della Nazionale?  Sonno molto contento della presenza di ben dodici giocatori della Benetton Treviso nella Nazionale. Quanto al giudizio sui singoli, preferisco dire che sono tutti molto validi e meritano tutti di far parte della rappresentativa azzurra

Intanto però non si vede l’erede di un grande campione come Dominguez…  Diciamo pure che Dominguez è stato un talento costruito nel tempo. E cercare di fare un lavoro dello stesso tipo con un altro giocatore - come lui - non sarebbe proprio male...

Le è piaciuta l’Italia con l’Australia? Fino al 6-6 del primo tempo mi era piaciuta molto. Poi abbiamo ceduto mentalmente e abbiamo subito la superiorità tecnica dell’Australia

L'Australia ha perso 15-6 con l’Irlanda, il Sudafrica ha faticato con il Galles e l’Inghilterra con l’Argentina: come si spiegano questi risulatti?